in ,

Brittany Maynard eutanasia, dure critiche dal Vaticano: “Morte senza dignità”

Ieri il mondo intero è venuto a sapere della morte di Brittany Maynard, la trentenne americana affetta da un tumore al cervello incurabile, che aveva deciso di “morire dignitosamente”, scegliendo di togliersi la vita ingerendo un cocktail di farmaci. La sua storia aveva commosso il mondo, per il coraggio e la forza dimostrati nel voler scegliere l’eutanasia per non soffrire più, e, razionalmente, decidere il momento per morire e dire addio ai propri cari. Sebbene il 31 ottobre la giovane avesse comunicato attraverso un video di voler rimandare il suo gesto, la situazione sarebbe drasticamente precipitata nei giorni scorsi. Forti dolori alla testa e convulsioni l’avrebbero quindi portata, ieri, a farla finita.Brittany Maynard condanna del Vaticano

Ed oggi arriva sonora la condanna da parte del Vaticano“Il suicidio assistito è un’assurdità perché la dignità è un’altra cosa che mettere fine alla propria vita”, ha dichiarato all’ANSA il presidente della pontificia accademia per la Vita, monsignor Carrasco de Paula, in merito al caso di Brittany Maybnard. De Paula ha inoltre specificato che le autorità vaticane “non giudicano le persone” ma che il suicidio assistito è comunque “un gesto da condannare” a prescindere.

Anticipazioni Beautiful mercoledì 5 Novembre: Hope messa in crisi da Aly

Moncler contro Report

Caso Moncler, è più grave maltrattare gli animali o fregare il lavoro alle persone?