in

Bruxelles, politiche di difesa e barriere: cosa resta dell’UE? Il terrorismo vince

Di fronte a centinaia di feriti e ad un numero troppo elevato di vittime che giacciono sul suolo del cuore europeo, non resta che reagire e trovare una linea politica comune che possa rispondere in modo esauriente alla minaccia rappresentata dal terrorismo. Un colpo a Bruxelles è un attentato alla stabilità europea che non vacilla per lo sciame di attacchi in sé, bensì per ciò che ne consegue: Bruxelles è il simbolo di una convergenza politica, unica e sola risposta al terrorismo che, invece, trova una strada spianata quando vengono chiuse le frontiere tra Belgio e Francia.

Dopo gli attentati che hanno messo Bruxelles in ginocchio e l’Europa al tappeto, è stata messa in dubbio la concreta efficacia dell’Intelligence Belga ed europea. Tuttavia, il punto è un altro: le due forze hanno lavorato all’unisono? La risposta, visti gli esiti e il sangue che tuttora scorre a Bruxelles, non può che essere negativa. Di fronte ad una guerra condotta dai terroristi, non è possibile avere la pretesa di vincere da soli, senza considerare la Comunità Europea in quanto tale, ovvero come portatrice di valori comuni: di fronte a stati che si muovono, naturalmente, in direzioni diverse a livello politico, economico e sociale, la convergenza politica che incorpora tutti questi aspetti è il minimo presupposto per vincere un nemico comune.

Stupore, vergogna, critica e condanna nei confronti della comunità che ha omertosamente accolto uno degli attentatori che ha contribuito a rendere buia la notte più lunga che Parigi abbia mai vissuto, quella del 13 novembre 2015. Di cosa stiamo parlando? Oggi come ieri, i terroristi possono contare su una rete sicura che colpisce dall’interno, cosa sulla quale bisogna intervenire: “chi si illude e dice ‘chiudiamo le frontiere’ non si rende conto che i nemici sono già dentro le nostre città”, ha infatti affermato Matteo Renzi questo pomeriggio. Mentre l’ISIS rivendica l’attacco e gli sciacalli della politica fanno propaganda su Twitter, ricordiamoci di Schengen.

Uomini e Donne Ludovica Valli

Uomini e Donne news trono classico: Manuel è la scelta di Ludovica?

Clementino news, la “Iena” dovrà fermarsi per un po’ a causa di un problema di salute: ecco cosa ha