in ,

Bruxelles: tensione nella capitale belga, neonazisti in piazza della Borsa

Ancora tensione nelle strade di Bruxelles. La capitale belga, nonostante il divieto delle autorità, è stata “invasa” da un gruppo di hooligan ed estremisti di destra. La Piazza della Borsa è stata la cornice della vicenda. Un gruppo di 450 “tifosi” si è recata sul luogo ed ha cominciato a cantare e ad inneggiare alcuni slogan. Da Martedì il luogo in questione è diventato il memoriale delle vittime degli attentati. La polizia in tenuta antisommossa ha chiuso gli accessi alla piazza e tentato di disperdere i manifestanti. I tifosi erano vestiti di nero ed erano giunti dalla vicina Vilvorde per manifestare contro il terrorismo.

Pochi giorni fa le autorità avevano bocciato “la marcia contro la paura“. Secondo i media belgi, molti degli hooligan sarebbero ubriachi. “Siamo a casa nostra”, questo è il canto più utilizzato dai manifestanti. Intanto in tutto il Belgio continuano le indagini e le operazioni. Sarebbero almeno 13 le persone fermate, nove di queste sono state rilasciate, le altre quattro sono ancora in stato di fermo.

L’Isis lancia un nuovo video dove rivendica la sua mano negli attentati. “Questo è un messaggio rivolto al popolo belga, al governo belga, all’Europa, al resto del mondo ed a tutta la coalizione che combatte contro l’Is: finché voi bombarderete i nostri musulmani con i vostri F16, noi uccideremo il vostro popolo“, così si esprime nelle immagini Hicham Chaib, jihadista di Anversa, già conosciuto dalle autorità belghe.

Photo Credit shutterstock.com

aosta strage familiare

Grosseto: crolla pavimento ristorante-palafitta sul mare, diversi feriti

pakistan attentato

Pakistan: esplosione al parco pubblico di Lahore, almeno 53 morti