in

Bugchasing: la moda folle di contrarre l’Aids attraverso rapporti con sieropositivi

Desiderare l’Aids: sembra assurdo che al mondo possano esserci persone che, di proposito, abbiano il desiderio di contrarre lo stesso virus contro il quale, ogni anno, si tenta, a volte invano, di salvare la vita delle persone sieropositive, che non avrebbero mai voluto esserlo. Tuttavia, anche in Italia ha preso piede la folle moda: si chiama bugchasing e coinvolge un numero tristemente elevato di persone.

“Solo per chi ama HIV“: sul forum dedicato al mondo del bugchasing si leggono frasi che invitano le persone a diventare sieropositive. Tra le regole del forum, infatti, è palesemente scritto che, chi accetta di incontrare i Gift giver, ovvero i sieropositivi, deve essere ben disposto a non usare preservativi, col fine di contrarre l’HIV. Il ragazzo intervistato da Nadia Toffa per Le Iene, ha spiegato la differenza tra HIV e Aids: “Quando superi un certo valore, passi dall’HIV all’Aids. In quel caso sei rovinato, perché rischi di uscire di casa, prendere un raffreddore e morire”.

“L’HIV non libera il sesso, ma lo condiziona per sempre”: oltre al rischio costituito dall’HIV e dell’AIDS in sé, avere rapporti non protetti, anche nel momento in cui il virus è stato contratto, vuol dire rischiare di prendere anche altre malattie, quali la sifilide e l’epatite C, per esempio. Un ragazzo che non teme di contrarre l’HIV ha spiegato la sua perversione con poche e semplici parole: “ne sono attratto”.

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Paola Stigliano

dove vedere Roma Genoa

Roma news, carote per calciatori e Garcia: la protesta

Esodati, la testimonianza di Roberta: «Altri 10 anni senza lavoro e senza pensione»

Riforma pensioni 2016 ultime novità: intervista esclusiva al portavoce della Rete dei Comitati Esodati