in

Business Idea, miele in barrique: startup di un giovane marchigiano

Solo in Italia, probabilmente, sarebbe potuta nascere una startup del tutto golosa. Un giovane di Fabriano ha infatti deciso di investire sulle api e sul loro prodotto più dolce, il miele.

Niente tecnologia, business investor o applicazioni che rendono la vita più smart: Giorgio Poeta, un giovane marchigiano, ha ideato un’idea di business basata sul miele con uno sguardo al passato ma con gli occhi ben puntati al futuro. In particolare, ha ideato mieli invecchiati in botti di rovere che, in precedenza, ospitavano Sangiovese biologico o Montepulciano: il miele, quindi, passa almeno nove mesi in barrique diventando un prodotto del tutto originale e particolare. Da quest’idea, è nata una piccola azienda agricola in cui si lavora esclusivamente a mano: i prodotti, dopo aver ben allietato il palato dello Chef stellato Mauro Uliassi, vengono attualmente venduti sul sito aziendale e da pochi rivenditori selezionati.

Non solo miele, però: Giorgio Poeta, all’interno del suo progetto, pone particolare attenzione anche alle api e alle loro esigenze. Secondo delle ricerche, infatti, solo in Europa mancherebbero almeno 7 miliardi di api per l’impollinazione.

Riforma pubblica amministrazione

Riforma Pubblica Amministrazione, verso il riordino dei corpi di Polizia e l’addio al Corpo forestale

tendenze moda estate 2015

Tendenze moda estate 2015, la frangetta diventa un cuore capovolto