in ,

Cacia, attaccante del Bologna, squalificato per minacce via WhatsApp

Daniele Cacia, attaccante del Bologna, è stato squalificato dal Giudice sportivo per una giornata. La squalifica, però, ha del particolare: infatti Cacia non ha ricevuto nessun cartellino rosso. Il giocatore è stato fermato dalla disciplinare per colpa di alcuni sms e messaggi via Whatsapp scambiati tra Cacia e il procuratore, Gianluca Fiorini. Oltre la squalifica di un turno Cacia dovrà pagare una multa di circa sei mila euro. Stessa ammenda per responsabilità oggettiva per il Bologna, che dovrà fare a meno di Cacia nella sfida con il Brescia dell’11 aprile.

L’episodio incriminato risale al 20 settembre quando Cacia e Fiorini si sono scambiati una serie di messaggi alquanto “pepati”. Fiorini non ha mai rappresentato gli interessi del giocatore e nonostante Cacia avesse affermato di essere stato provocato dall’agente non è riuscito a evitare la squalifica. Il procuratore, inoltre, è stato inibito dalla professione per un mese; entrambi, secondo la Disciplinare, hanno infranto l’articolo 1 bis del codice di giustizia sportiva: “Le società, i dirigenti, gli atleti… sono tenuti all’osservanza delle norme e degli atti federali e devono comportarsi secondo i principi di lealtà, correttezza e probità in ogni rapporto comunque riferibile all’attività sportiva.”

Leggendo le motivazioni della sentenza ci si accorge che per la Disciplinare Cacia sarebbe stato effettivamente provocato dall’agente che scriveva: “Tra un po’ il Bologna ti chiederà di restituire lo stipendio, perché uno stipendio come il tuo e come quello di Acquafresca sono ingiustificati per un rendimento così basso del Bologna.” Infine Cacia risponde con degli evidenti messaggi minatori: “Se nomini ancora la parola mio figlio ti massacro, non scherzare con il fuoco che ti bruci. Co******, morto di fame non capisci in che situazione ti sei messo, Daniele non dimentica, Daniele è calabrese…”

 

tendenze moda primavera estate 2015

Tendenze moda primavera estate 2015: come si portano i jeans a vita alta?

Look bohèmien, Anna Dello Russo e gli outfit gipsy su Instagram