in

Cadavere smembrato nel Po, indizi portano a Pavia: quei resti sono di Luciana Fantato?

Cadavere smembrato nel Po, gli indizi portano a Pavia: quei resti sono di Luciana Fantato? Inizia ad essere questa più di una remota possibilità. Come UrbanPost spiegava già ieri, se il primo dei due cadaveri rinvenuti nel fiume lo scorso 9 ottobre sarebbe riconducibile ad un 80enne scomparso il giorno prima Guarda Ferrarese, ben più complicata e la situazione inerente al secondo cadavere, privo di testa ed avambracci.

cadavere tevere

Il devastante processo di decomposizione, infatti, ha impedito dopo il ritrovamento di risalire al sesso della persona deceduta. Sono infatti in corso tutti gli accertamenti del caso per appurarlo. Frattanto, tra le ipotesi paventate anche quella secondo cui quei resti potrebbero appartenere a Luciana Fantato, la casalinga 59enne scomparsa dalla sua casa di Gambolò, lo scorso 10 novembre 2017. La donna si sarebbe allontanata di casa per disperazione, a causa delle continue liti con il marito Pierino Mercantognini e con la loro figlia maggiore, Marta. Prima di uscire di casa, all’alba, la donna scrisse di suo pugno una lettera che faceva trasparire i suoi intenti suicidi e dove, in alcuni passaggi, tra un’ingiuria e una maledizione, la donna dava la colpa della sua esasperazione proprio al marito. Da allora della Fantato non si è più avuta notizia.

Marito di Luciana Fantato a Chi l’ha visto?

Il corpo smembrato rinvenuto nei giorni scorsi, è stato recuperato nel tratto del Po, tra Ca’ Lattis di Taglio di Po e Santa Giulia di Porto Tolle. Possibile, se la casalinga si fosse suicidata gettandosi nel fiume, che in quasi un anno la corrente abbia trascinato il suo corpo dalle zone di Gambolò fin lì? A fare la macabra correlazione anche il programma Chi l’ha visto?, nell’attesa che gli accertamenti scientifici svelino l’arcano. La possibilità che le cose siano andate così, comunque, c’è. Ad ipotizzare una correlazione fra il caso della donna scomparsa e il macabro ritrovamento nel Po dei giorni scorsi è stato dunque anche il programma della Rai che si occupa delle persone scomparse. Durante la trasmissione, infatti, è stata illustrata l’ipotesi che il cadavere smembrato possa appartenere a Luciana Fantato, scomparsa da casa a Gambolò, a 6 km dal Po, il 10 novembre dello scorso anno. Gli inquirenti, comunque, per il momento non si sbilanciano su questa ipotesi. Si attende l’esito della autopsia.

Potrebbe interessarti anche: Cadaveri nel Po news corpo smembrato: Luciana Fantato, non si esclude sia il suo

Leroy Merlin offerte di lavoro 2018: posizioni aperte in tutta Italia, ecco requisiti e come candidarsi (GUIDA COMPLETA)

Francesco, volontario ad Haiti: «Un divieto proibiva di distribuire l’acqua, ma davanti a me avevo una bambina! »