in ,

Caduta del Governo, quanto costerebbe alle famiglie?

Governo in bilico, ma quali sarebbero le conseguenze economiche se la settimana prossima dovesse cadere?
Secondo l’associazione degli artigiani di Mestre, gli italiani pagheranno 9,4 miliardi di euro di tasse in più nel 2014, di cui 7,2 miliardi di euro in capo alle famiglie, con un aggravio medio annuo per ciascun nucleo familiare intorno ai 280 euro.

Con l`aumento dell`Iva a partire dal 1° gennaio, nel 2014 potremmo ritrovarci a pagare l`Imu sulla prima casa e a subire l`aumento dell`Iva dal 21% al 22%.

La definizione di “colpo di Stato” e di “operazione eversiva” è realistica e pienamente condivisibile. Questo quanto dichiarato in una nota congiunta i capigruppo del Pdl al Senato Renato Schifani, e alla Camera Renato Brunetta rispondendo a Giorgio Napolitano. L’ipotesi della caduta del governo quindi, si legge nella nota della Cgia, potrebbe causare nel 2014 il ritorno dell’Imu sulla prima casa. L`onere in capo alle famiglie sarebbe pari a 4,42 miliardi di euro. Gli altri 767 milioni, che porterebbero le entrate totali a 5,18 miliardi di euro, arriverebbero, sempre secondo la Cgia, dalla reintroduzione dell`imposta sulle abitazioni principali assegnate dagli Iacp, sui terreni agricoli e sui fabbricati rurali strumentali e sulle abitazioni delle cooperative a proprietà indivisa.

giovanni floris ballarò

A questo ovviamente si aggiungerebbe l’Iva. Secondo le stime della Cgia, il gettito a carico delle famiglie dovrebbe attestarsi attorno ai 2,8 miliardi di euro. L`altro 1,4 miliardi di euro verrebbe attribuito agli Enti non commerciali, alla Pubblica Amministrazione e alle imprese.

Seguici sul nostro canale Telegram

Barilla: “No famiglie gay negli spot” e su Twitter scatta l’operazione boicottaggio

Bruno Arena dei “Fichi d’India” sta meglio: la prima foto dopo il malore