in ,

Cagliari, cura il cancro con frullati e clisteri: muore a 49 anni per non aver concluso il ciclo di chemioterapia

Dopo il caso della 18enne morta di leucemia e della giovane donna morta per aver preferito cure con ortiche, un’altra donna è deceduta per aver sospeso il ciclo di chemioterapia in favore di rimedi naturali non riconosciuti scientificamente.

Sono sempre più numerosi i casi di persone che abbandonano le cure tradizionali e scientificamente provate in favore di pseudo cure – più o meno naturali – che promettono guarigioni totali ma che, almeno sinora, hanno portato solo a decessi: la nuova storia viene da Cagliari dove un’insegnante di 49 anni è morta per aver seguito i dettami di un medico tedesco deceduto oramai da 30 anni. A Giuditta di Matteo era stato diagnosticato un cancro alle ghiandole linfatiche che, dopo il primo ciclo di chemioterapia, la donna aveva deciso di curare alcuni rimedi naturali ideati da Max Gerson, medico tedesco morto nel 1959.

Nonostante non avessero nessuna base scientifica, la donna aveva deciso di provare comunque una strada alternativa a quella tradizionale e aveva così cominciato una cura a base di frullati e clisteri: in particolare, Giuditta di Matteo beveva più volte al giorno frullati di frutta fresca, utilizzava integratori e faceva clisteri a base di caffè. Tutto ciò, ovviamente, non è servito a combattere il cancro che l’ha invece uccisa a soli 49 anni.

Novak Djokovic

Tennis US Open 2016 Finale, dove vedere Djokovic – Wawrinka: ora diretta tv, streaming gratis

isabel allende presidente cile

Cile: Isabel Allende si candida alle Presidenziali, suo padre fu destituito dal golpe di Pinochet