in ,

Cagliari, processo banda di Graziano Mesina: chiesti 150 anni di carcere

Si è conclusa con la richiesta ad una condanna complessiva a 150 anni di carcere la terza udienza del processo ai componenti della presunta banda guidata dall’ex bandito sardo Graziano Mesina. Sul banco degli imputati 21 persone, alle quali il pm Gilberto Ganassi al termine della sua requisitoria, stamani, nell’aula della Corte d’Assise a Cagliari, ha contestato i reati di associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga, estorsione, furto, rapine, progetto di sequestro di persona ed altri reati gravi.

La vicenda giudiziaria dell’ex primula rossa del banditismo sardo ha del romanzesco, e inizia nel 1956. Penultimo di dieci figli di una famiglia di pastori di Orgosolo, Mesina nasce il 4 aprile 1942. A 14 anni viene arrestato per porto abusivo d’armi e oltraggio a pubblico ufficiale. Da lì nasce il suo mai davvero concluso conflitto con la legge, spalmatosi in 40 anni di carcere per vicissitudini biografiche che hanno dell’incredibile: dalla faida familiare ad atti delinquenziali di varia natura, ai sequestri di persona tra l’accusa di aver fatto da mediatore nel sequestro del piccolo Farouk Kassam.

Nel 2004 la grazia concessagli dal presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, e poi il tentativo di ricostruirsi una vita come guida turistica ad Orgosolo, suo luogo natio, in virtù delle sue approfondite conoscenze del Supramonte. Ciò tuttavia non basta a soffocare l’indole criminale dell’uomo ‘balente’ per antonomasia, che solo 9 anni dopo, nel 2013, viene arrestato per droga“La mia è invece soltanto la storia di un povero Cristo, che da giovane ha imboccato una strada sbagliata, in una terra selvaggia e abbandonata da tutti, che però ha scontato interamente la sua lunga pena”, ha detto di sé l’ex ergastolano sardo a seguito di un inquietante atto intimidatorio di cui è stato oggetto nel marzo scorso, quando alcuni balordi dopo avere incendiato la sua Porsche Cayenne si sono scusati con lui dopo aver saputo che era il proprietario.

Quarto Grado anticipazioni 27 febbraio: parla Cosima Serrano, novità sull’omicidio di Sarah Scazzi

anticipazioni verissimo

Verissimo anticipazioni 28 febbraio: Alex Schwarzer in esclusiva, ospiti Silvio Muccino e Annalisa