in ,

Cagliari serie A, un anno di purgatorio per i sardi: a Bari è festa grande

Ci hanno messo più del previsto ma sono riusciti a portare a termine il loro obiettivo stagionale: il Cagliari di mister Rastelli ritrova la massima serie, ovvero la serie A di calcio, dopo un solo anno di purgatorio tra i cadetti. I sardi, infatti, ieri sera hanno ottenuto la matematica promozione passeggiando – letteralmente – sul prato verde del San Nicola contro il Bari. Risultato finale di 3-0 grazie ai gol messi a segno da Joao Pedro, Farias e Cerri capaci di confezionare, così, il primo pacco regalo dell’era Giulini: il nuovo presidente, infatti, dopo aver rilevato la società sarda da Massimo Cellino, aveva ottenuto solo delusioni con Zeman e la retrocessione in serie B.

SEGUI URBANCALCIO!

Il percorso del Cagliari in questa stagione è stato lineare con un continuo alternarsi tra primo e secondo posto: dopo solo sei giornate, infatti, Sau e colleghi avevano già messo ben quindici punti di divario con la terza in classifica e hanno iniziato a spiccare il volo verso il massimo campionato di calcio italiano. A rendere più tortuoso il percorso, però, una seconda parte di stagione un po’ deludente con diverse sconfitte e tanti passi falsi che hanno portato il Cagliari a dover festeggiare la promozione lontano da casa.

In città, da ieri sera, è festa grande con i tifosi che si sono riversati per le vie del centro dopo il triplice fischio dal San Nicola: il Cagliari di Massimo Rastelli, così, ritrova la serie A e si prepara ad allestire una rosa adeguata per poter evitare gli errori della passata stagione quando, il presidente Giulini, non riuscì ad allestire una squadra adeguata per poter mantenere la categoria.

sciopero trasporto pubblico 29-30 settembre 2016

Sciopero treni 8 maggio 2016, Trenitalia Toscana: fasce orarie e treni garantiti

Chi era Patrick Ekeng? Il calciatore della Dinamo Bucarest morto in campo