in ,

Caivano abusi su bambina: ancora orrore nel palazzo dove morì Fortuna Loffredo

Ancora degrado e presunte violenze su minori tra le mura del palazzo sito nel Parco Verde di Caivano, a Napoli, dove il 24 giugno 2014 perse la vita, in circostanze ancora tutte da chiarire, la piccola Fortuna Loffredo.

In quello stesso condominio prima a dicembre 2014 e nell’aprile scorso erano state arrestate due persone con l’accusa di pedofilia ai danni di una 12enne. Ed oggi, ancora una triste storia di bambini abusati arriva da quel palazzo degli orrori: i carabinieri di Casoria hanno infatti arrestato una coppia di conviventi accusati di violenza sessuale aggravata nei confronti della figlia di 3 anni, scoperti a frequentare lo stabile abitato dalla piccola Fortuna.

Le manette sono scattate a seguito delle indagini legate alla morte della piccola Fortuna, benché i due arresti di oggi non siano direttamente collegati alla sua triste vicenda. La custodia cautelare in carcere per l’uomo è stata emessa dal gip su richiesta della Procura di Napoli Nord: per lui l’accusa di avere costretto la figlioletta di soli 3 anni a subire atti sessuali in presenza della madre, che ora si trova ai domiciliari.

La donna è la mamma di Antonio, il bimbo di 3 anni morto per essere precipitato dall’ottavo piano di quel palazzo, a Caivano, un anno prima della morte di fortuna Loffredo.

strage parigi news

Strage Parigi, Salah Abdeslam terrorista ricercato: una telefonata e poi la fuga

chagall brescia museo santa giulia

Marc Chagall – Gli anni Russi, a Brescia dal 20 Novembre: prezzi e orari della mostra accompagnata da immagini di Dario Fo