in

Calabria: la strada provinciale è chiusa, l’ambulanza impiega quasi un’ora per fare pochi chilometri

Succede anche questo nell’Italia “senza province”. Un’ambulanza del 118 impiega quasi un’ora per coprire pochi chilometri perché la strada è interrotta (e mai riaperta) da settimane. E’ accaduto in Calabria, in provincia di Vibo Valentia, dove la viabilità secondaria è in uno stato di totale abbandono ormai da anni. La vicenda farà discutere anche il Parlamento, perché la deputata di Fratelli d’Italia Wanda Ferro ha annunciato di voler presentare un’interrogazione parlamentare in proposito. «Quanto si è verificato domenica a Joppolo è l’ulteriore dimostrazione di una situazione gravissima la cui soluzione non è più rinviabile. E’ in gioco la vita dei cittadini», ha affermato la deputata apprendendo dai media locali il grave episodio che ha coinvolto un anziano ospite di una struttura ricettiva, colpito da un malore mentre nuotava in piscina.

«Solo la fortunata presenza di un medico – ha detto la deputata (nella foto sotto) – ha consentito di salvare la vita all’uomo, poiché a causa della chiusura al traffico della Sp23 l’ambulanza del 118 partita da Tropea ha impiegato 50 minuti per raggiungere Joppolo: il doppio del tempo necessario prima dell’interruzione del tratto Joppolo-Coccorino avvenuto nel novembre scorso per una frana. Sono rimasti lettera morta gli annunci sul possibile recupero delle risorse regionali bloccate dal 2012».

«A due mesi dagli impegni assunti dalla Regione dopo i ripetuti confronti con l’assessore Musmanno –  ha puntualizzato Wanda Ferroritengo non si possa più rinviare la convocazione del tavolo tecnico per avviare gli interventi di ammodernamento delle strade provinciali e per definire la possibilità di trasferire ad Anas le arterie principali, come appunto l’ex Statale 522. Su questo rivolgerò una interrogazione al governo. Ai cittadini del Vibonese devono essere garantiti il diritto alla mobilità e la sicurezza, non si può lasciare la viabilità di questi territori in condizioni da terzo mondo».

 (foto in apertura di repertorio)

Written by Andrea Monaci

48 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it, ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto tra gli altri per il "Lavoro e Carriere" e "Il Secolo XIX". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Ilona Staller accusata di aggressione: nuovo processo, stesso avvocato, ancora assolta

Serie A 2018/2019 calendario

Calendario Serie A 2018/2019, ecco tutte le giornate: si comincia il 19 agosto