in ,

Calcio: è morto Gigi Marulla, ex bandiera del Cosenza

Lutto nel mondo del calcio. Muore all’età di 52 anni Gigi Marulla, bandiera del Cosenza tra gli anni ’80 e ’90.

Marulla è morto ieri stroncato da un infarto nella sua residenza estiva di Cavinia, Mar Tirreno. Il calciatore che giocò 11 stazioni nel Cosenza, conosciuto per qualità quali generosità e impegno, fu il bomber più prolifico della storia cosentina con 91 reti e 33o presenze. Marulla era passato anche al timone, allenando tra il 2004 e il 2006 primavera e Prima squadra. Dal 1985 al 1988 ebbe una parentesi anche a Genova, dove vestì i colori del Grifone disputando 100 partite e segnando 25 gol.

Il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, dopo aver appreso la notizia ha così commentato la prematura scomparsa: «Gigi Marulla nella nostra città è il simbolo indiscusso del calcio. Nell’immaginario della tifoseria, e non solo, un punto di riferimento che incarna i valori di pulizia sportiva e, oltre lo sport, un raro esempio comportamentale. Oggi, con profondo dolore, non riesco ancora a credere di doverne parlare al passato. Si tratta di un fulmine a ciel sereno. Cosenza tutta è scossa dalla notizia di aver perso uno dei suoi figli più amati, una persona perbene, nata a Stilo ma cosentino d’adozione, un cosentino doc. Indimenticabile il suo gol-salvezza a Pescara, in campo neutro, nello spareggio contro la Salernitana per la permanenza in Serie B. Aveva addirittura rifiutato la Serie A pur di continuare a giocare indossando la casacca rossoblù. Un amore sempre ricambiato quello fra Cosenza e il suo calciatore-emblema per antonomasia».

 

Il decalogo della testimone perfetta (tutto ciò che io non ho fatto!)

Mick Fanning squali Sudafrica

Surf, squalo attacca campione australiano durante una competizione