in ,

Calcio, il profugo siriano sgambettato dalla giornalista allenerà in Spagna

L’emergenza profughi è l’argomento più caldo di questi giorni e l’emblema della fuga di queste persone è diventata senza dubbio l’ormai celebre scena in cui una giornalista ungherese ha fermato con un sgambetto un uomo siriano con in braccio suo figlio mentre provava ad evitare la cattura da parte della Polizia di confine; quest’uomo, Osama Abdul Mohsen presto potrebbe diventare o meglio tornare ad essere un allenatore di calcio grazie all’aiuto della scuola allenatori spagnola.

Quello che è successo infatti ha portato alcune istituzioni a cercare di capire chi fosse realmente Osama ed è venuto fuori che in Siria era un allenatore; lo scorso week end, così come riportano i colleghi di Gazzetta dello Sport, il Bayern Monaco ha invitato l’uomo, suo figlio e suo fratello allo stadio. Il viaggio di Osama però ha una nuova metà visto che dalla Spagna ha ricevuto un’offerta da parte del Cenafe, la scuola allenatori iberica, che presto potrebbe trovargli una panchina.

Gli è stata così offerta una casa nei pressi di Madrid, precisamente a Getafe, dove lo raggiungerà il resto della famiglia e dove potranno tutti insieme iniziare una nuova vita. In attesa di tornare ad allenare Osama ora viaggia sul “treno della speranza”: quel maledetto sgambetto al confine ha finito davvero per cambiargli la vita.

laura stuardo caduta da nave crociera

Laura Stuardo caduta da nave crociera: ciocca di extension incastra il compagno

Civita di Bagnoregio Algoritmo Festival

Civita di Bagnoregio Algoritmo Festival: “la città che muore” tra arte e musica contemporanea