in ,

Calcio: La storia di Martunis, sopravvissuto allo tsunami ora giocherà nello Sporting Lisbona

Sapete qual è  il fiore simbolo dell’India? Il Fior di Loto. Perchè? Perchè è l’unico fiore che cresce nel fango. Nel 2004 uno tsunami di proporzioni catastrofiche ha sconvolto l’Asia occidentale. Tra i Paesi coinvolti si contarono 230000 vittime. Numeri sconcertati che lasciano il tempo che trovano alla speranza. Ma a volte, come il Fior di Loto dal fango si può rinascere. E così è stato per Martunis Ronaldo, un ragazzo sopravvissuto alla tragedia.

Dopo aver  perso la mamma e la sorella in quel terribile tsunami, Martunis, 6 anni, è sopravvissuto per 21 giorni in una palude con le sole provviste che era riuscito a raccimolare. Il 21° giorno trovato in gravissime condizioni fu consegnato ad un giornalista di Sky News, che colpito dalla sua storia, il bambino indossava una maglia del calciatore portoghese Rui Costa, decise di renderla pubblica. Il suo racconto miracoloso fece in breve tempo il giro del mondo, arrivando anche alle orecchie di chi, il giovane Martunis avrebbe sempre voluto incontrare, il suo idolo: Cristiano Ronaldo.

Ed è così che la vita di Martunis si tinge di colori vivaci. Dopo il nero del fango e la forza distruttrice dell’acqua per lui arrivano giorni più felici. Già, perchè per lui è pronto un volo per il Portogallo per poter incontrare CR7. Ora all’età di 17 anni il piccolo bambino sopravvissuto alla natura è il nuovo acquisto dello Sporting Lisbona, dove militerà nell’under 19. Per lui, forse in futuro, si potrà avverare anche il sogno di giocare con la nazionale portoghese una volta sistemate tutte le faccende burocratiche. Una storia certo degna delle migliori tragedie cinematografiche, ma per questa volta la vita non è un film. E’ meglio.

Uomini e Donne gossip: Andrea Melchiorre difende Valentina dalle critiche

Coppa Italia

Ultime notizie calciomercato Lazio: il Real Madrid vuole Biglia