in ,

Calcio: L’ex portiere Matteo Sereni condannato per abusi su minori

Si è conclusa oggi con un brutto colpo di scena la vicenda che ha visto coinvolto l’ex portiere del campionato italiano Matteo Sereni. Il calciatore è stato condannato a 3 anni e sei mesi di reclusione in merito al processo che lo vedeva imputato per abusi sessuali su minori.

Sereni sarebbe statao condannato a seguito di una vicenda consumatasi nel 2009 in una villa in costa smeralda, quando la moglie l’avrebbe denunciato per presunti abusi sulla figlia minorenne. L’ex portiere  di Torino, Lazio e Sampdoria oltre al carcere perde la patria potestà sulla figlia.

Disdegnato dalla sentenza ha lasciato le seguenti dichiarazioni: “Sono sconvolto. Ho perso ogni fiducia nella giustizia. L’unica cosa che mi mantiene vivo è sapere che i miei figli conoscono la verità”. Commentano i legali di Sereni: “Si tratta di una sentenza gravemente ingiusta che ci ha molto sorpreso e che certamente appelleremo. La condanna riguarda un processo nel quale la denuncia proviene dalla ex moglie di Matteo Sereni nel corso di una asperrima separazione coniugale ed in cui persino la bambina, più volte registrata dalla madre, ha successivamente ammesso che le accuse al padre non erano vere”. Opposto il parere dei legali dell’ex moglie. “La giustizia fatta con la sentenza non potrà mai ripagare i minori degli eventuali danni psicologici subiti per le condotte delittuose accertate”.

tendenze moda estate 2015, gold tatoo, tatuaggio d'oro, tattoo d'oro

Tendenze moda estate 2015, il tatuaggio color oro è il must have delle star

ios 9

Safari 9 beta download disponibile per OS X: rumors e concept del nuovo design