in ,

Calcio, Sampdoria news: batosta contro il Vojvodina

La Sampdoria ieri ha perso con quattro gol subiti. Un risultato che non ammette repliche. Il Vojvodina, una squadra che, per quanto riguarda le prestazioni, non era e non sarebbe stata all’altezza della Sampdoria, dicevano i pronostici, è riuscita a buttare fuori dall’Europa League la squadra di Massimo Ferrero.

I tifosi puntano il dito contro Massimo Ferrero e Walter Zenga, anche se quest’ultimo si è assunto tutte le responsabilità e ha ammesso le sue colpe. Per ora rimane confermato, ma non si sa in futuro quali decisioni prenderà Ferrero. Tutto dipenderà da Zenga e dai risultati che la Sampdoria porterà a casa. Ferrero, in merito alla partita comunque dichiara: “Questa non è la mia Samp, non è la squadra forte che abbiamo costruito e intendiamo rinforzare”. 

I tifosi ieri allo stadio invocavano il ritorno di Antonio Cassano, e Ferrero, nonostante i nuovi acquisti e la dipartita di Okaka, continua a guardarsi intorno e a sognare Montella e Prandelli. Infine, a proposito del possibile esonero di Zenga, Ferrero ha ribadito: “Aspettiamo. C’è un progetto, un percorso da seguire, abbiamo giocato solo una partita. Non trovo una giustificazione a quello che è accaduto, ma chissà che Boskov ci faccia un miracoloSono uno da molti colpi di scena. I tifosi invocavano Cassano? Facevano bene, ho una squadra di grandi calciatori, bravi e motivati. Ieri abbiamo perso, ci può stare. Zenga può dormire tranquillo. Dovremo adeguarci all’Europa, era la prima per noi. I giocatori sanno che dovranno fare meglio per me e per i tifosi. Tutti devono fare meglio. Miracolo al ritorno? Pensiamo a tirare fuori il bene da questo male. Siamo arrivati in Europa, non butteranno via questa opportunità”.

 

Game of Thrones 6 stagione

Game of Thrones anticipazioni: confermata la settima e l’ottava stagione

Alessio Cerci

Calciomercato Torino Ultimissime: Cerci rimane al Milan