in ,

Calciomercato 2016: tutti gli affari sfumati all’ultimo secondo

C’è stato un momento nella serata di ieri in cui l’Inter sembrava aver subito quel classico caso di “risveglio traumatico”. Saranno state le scoppole rimediate con Juventus e Milan, sarà stato il gesto dell’ombrello di Salvini, oppure la figura giunonica di Mikaela Calcagno intenta a rispondere al non più troppo British Roberto Mancini, eppure qualcuno, finalmente, nella dirigenza nerazzura si è domandato “e se avessimo bisogno di un centrocampista?”. Ed ecco allora che Ausilio and co. si sono lanciati in praticamente tutte le porte dell’Atahotel, finendo anche in camera da letto di due ignari turisti svedesi. Si sentivano voci urlare “ma com’è fatto un centrocampista?”, “centrocampista chi?”. Mentre l’Inter era all’affannata ricerca dell’ultimo limone in discoteca, la povera Fiorentina se ne stava in un angolo. Ormai soprannominata “la portasfiga”, anche solo associare un giocatore alla maglia viola lo fa infortunare. Il Macbeth calcistico ha corteggiato tutta la sera l’unica possibile che si sarebbe concessa. Ed è iniziato così un tira e molla destinato a durare tutta la sera, con il finale che già conosciamo: Benaluane e Kone. Ma alla fiera dell’est troviamo anche altri partecipanti: il Milan, arrabbiato con il mondo, il Napoli, forse i dirigenti partenopei non hanno capito che il mercato chiudeva ieri notte, la Roma, do cojo cojo, e la Juventus, non aggiungerò nulla.

Ma veniamo ai nomi del “quasi” calciomercato . La corona d’oro va sicuramente in testa a Manolo Gabbiadini. Quando le voci sull’offerta monstre sono cominciate a circolare, eravamo pronti a scommettere nella fattibilità della cessione. I tedeschi, alla faccia dello scandalo Wolkswagen, hanno messo sul piatto 25 milioni di Euro. De Laurentis rifiuta il pacco e va avanti. Al secondo posto mettiamo Zaza. Anche qui non potevamo credere ai nostri occhi: una squadra inglese, una di quelle che a Pes non prenderesti mai, il Christal Palace, è partita una settimana fa offrendo 18 milioni per arrivare ieri notte a 30.  Al terzo posto l’Inter in todo. Li ha cercati tutti: Lodi, Diawara, Banega, Soriano e perfino uno che passava dalla hall. Niente. Zero. Il centrocampista dai piedi buoni “non sa da fa”.

Ma come non citare i 17 milioni rifiutati da Galliani per Niang, oppure l’affare Luiz Adriano, sottotitolo “dalla Cina con furore”? Come già detto, il premio sfortuna dell’anno va alla Fiorentina: Mammana e Lisandro Lopez, opzionati e poi infortunati, sono già al centro degli studi dei massimi esponenti di fisica quantistica. Altro piccolo giallo fa riferimento ad Adriano, terzino del Barcellona, accostato con prepotenza alla Roma. L’accordo era bilaterale, l’arrivo quasi scontato, il risultato: un buco nell’acqua.

Kevin Durant cestista Nba

Nba news risultati e highlights della notte, Durant-Westbrook incantano Oklahoma, bene Spurs e Cavaliers

Consigli Fantacalcio 23a giornata

Fantacalcio consigli 23a giornata Serie A: chi schierare secondo UrbanPost