in

Calciomercato 2017: i giocatori che sono costati di più

È iniziato un nuovo anno e si tirano le somme di quello appena trascorso. Anche se le trattative invernali non sono finite, il mondo del calcio fa i suoi conti per la chiusura dei bilanci contabili, soprattutto quelli relativi alla compravendita dei giocatori; e si redigono le classifiche delle spese sostenute dai club per portare i campioni da un’equipe all’altra.

Sul podio degli attaccanti, primo fra tutti i giocatori spicca Neymar comprato dai parigini del Paris Saint-Germain per l’enorme cifra di 222 milioni di euro. Gli attaccanti sono sempre stati i ruoli più pagati e nemmeno quest’anno ci sono state eccezioni. Anzi, la clausola rescissoria pagata dal PSG per strappare il campione del Barcellona e portarlo a Parigi è un vero e proprio record. Si pensi che il secondo attaccante più pagato è Dembélé, per il quale il Barça ha dovuto sborsare “solo” 105 milioni a favore del Borussia Dortmund. L’ultima posizione del podio è occupata dal Manchester United per gli 84 milioni pagati per l’acquisto del cartellino di Lukaku.

Se ci spostiamo sulla linea di centrocampo, le cifre calano vertiginosamente.
L’FC Everton infatti detiene il record 2017 per la spesa affrontata per un centrocampista: si tratta di Sigurdsson, pagato poco meno di 50 milioni di euro. Gli inglesi del Manchester United invece si fermano a quasi 45 milioni di euro per aver portato a casa Matic e, poco lontano si attestano i bavaresi del Bayern Monaco, che hanno speso circa 41 milioni di euro per la firma del contratto di Tolisso.

E il reparto difensivo? Solo inglesi sul podio delle squadre che hanno speso di più per i giocatori da posizionare di fronte al portiere.

Il difensore costato in assoluto di più è Van Dijk, passato al Liverpool per 78,80 milioni di euro: si tratta anche in questo caso di un record dato che l’olandese risulta al momento attuale il difensore più costoso della storia del calcio. Per il secondo e il terzo posto, invece, il Manchester City la fa da padrona: 57,50 milioni pagati per Mendy, cui si aggiungono i 51 milioni tondi tondi spesi per portare a casa Walker.

Nel 2017, la squadra ad aver speso di più per un portiere è stato il Manchester City che fa indossare la maglia numero 1 a Ederson, per la cifra di 40 milioni di euro. In seconda posizione, troviamo di nuovo l’FC Everton, che ha pagato 28,50 milioni di euro per Pickford, mentre in terza posizione troviamo l’unica italiana di questa classifica arrivata sul podio: la Juventus di Allegri ha speso 12,20 milioni di euro per Szczesny.

C’è da chiedersi quanto e come tutti questi acquisti modificheranno gli equilibri del calcio europeo, ma quello che è sicuro è che i frequentatori del portale William Hill con le scommesse calcio riusciranno ad approfittarne.

Quanto visto qui sopra rientra nel budget 2017, ma altri acquisti in corso di perfezionamento non sono da meno, come quello per Coutinho che dovrebbe passare dal Liverpool al Barcellona per 120 milioni. Oppure, per fermarci in Catalogna, il passaggio di Kylian Mbappé dal Monaco al Barça. In questo caso però sarà sfruttato il cavillo del prestito con diritto di riscatto: il conteggio finanziario passerà dunque addirittura alla stagione 2018-2019.

Se invece ci vogliamo soffermare solo all’anno appena trascorso, vi è un altro record da segnalare. Si tratta di quello per la squadra che in assoluto ha speso di più, sommando le trattative 2017 del mercato estivo e di quello invernale. Record che era detenuto da una spagnola (il Real Madrid) e che resta all’altra big della penisola iberica, il Barcellona.

Nel 2009/2010, i madrileni riuscirono a perfezionare gli acquisti di quattro stelle come Cristiano Ronaldo, Kakà, Xabi Alonso e Benzema. Quest’anno i catalani hanno “firmato assegni” per un totale di 312,5 milioni di euro, bonus esclusi, per portare in maglia blaugrana Coutinho (120 milioni), Dembélé (105), Paulinho (40), Semedo (30,5), Deulofeu (12) e Marlon (5). Sono loro la squadra più “spendacciona” in assoluto.

 

Fantastic Four facebook

Programmi tv 25 gennaio 2018: Don Matteo 11, Sole a catinella e Fantastic 4-I Fantastici Quattro e Radio America

Milano, treno deragliato: 3 morti e 100 feriti su convoglio Trenord, 5 sono in gravi condizioni