in ,

Calciomercato Inter: Yaya Tourè non è più un sogno

Yaya Tourè potrebbe non rimanere solo un sogno per i tifosi dell’Inter. Adesso, oltre ai buonissimi rapporti tra il giocatore e Mancini, quasi tra padre e figlio, e la volontà dell’ivoriano di giocare in Italia, ci sono anche i 60 milioni di euro messi da Erick Thohir. Soldi che non saranno tutti spesi per il mercato, ma serviranno di certo a convincere Tourè a sposare il progetto Inter.

Il 18 marzo scorso, in occasione della partita tra Barcellona e Manchester City, il ds dei nerazzurri Ausilio era in città per una serie di appuntamenti. Tra questi c’era l’incontro con il procuratore del fuoriclasse ivoriano, Dimitri Seluk. Secondo voci di mercato non sarebbe stato solo un incontro interlocutorio come ce ne sono tanti, ma Ausilio avrebbe messo sul piatto una bozza di offerta. Tourè sarebbe la stella indiscussa di una squadra che mira a ottenere nel prossimo futuro risultati degni dell’Inter. La dirigenza vuole puntare allo scudetto e a essere protagonisti in europa il prima possibile.

L’ostacolo più grande per portare Tourè a Milano è sicuramente l’ingaggio. Il giocatore guadagna 11 milioni netti al City, una cifra non raggiungibile per le casse nerazzurre. Ma il rapporto tra Mancini e Yaya potrebbe rendere possibile l’impossibile. Il giocatore pur di riabbracciare il tecnico e di provare l’esperienza italiana, potrebbe firmare un contratto fino al 2020, spalmandosi l’ingaggio. Tra 5 anni Tourè avrebbe 37 anni e un accordo di questo tipo dovrebbe renderlo soddisfatto. Ad alimentare tutte queste voci, anche le parole di Mancini: “Abbiamo la possibilità di prendere un top player perché siamo l’Inter, un top team. E dobbiamo lottare per lo scudetto”. Insomma, i tifosi dell’Inter sono autorizzati a sognare.

Lapsus freudiani

tendenza moda borse 2015

Moda borse primavera estate 2015: ecco le tendenze da non farsi scappare