in ,

Calciomercato Napoli, offerta dalla Cina per Hamsik: ecco la risposta del capitano

Marek Hamsik nel mirino della Cina. È questa – forse – l’ultima insidia del calciomercato Napoli. Il capitano degli azzurri sarebbe infatti diventato un obiettivo della Super League cinese, che avrebbe bussato alla porta del Napoli e del giocatore per tentare di strappare lo slovacco alla Serie A nelle ultime ore di mercato.

—> TUTTO SUL CALCIOMERCATO

Calciomercato Napoli, offerta dalla Cina per Hamsik:  la risposta

I tifosi campani possono comunque dormire tranquilli, dato che Hamsik ha deciso di rimbalzare l’offerta proveniente da Oriente per amore della maglia del Napoli. A svelare i retroscena del tentativo dalla Cina per Hamsik è Martin Petras, nuovo membro dell’entourage del centrocampista slovacco, che ai microfoni di Radio Crc  ha rivelato: Offerte dalla Cina per Hamsik a gennaio? Sì, ma ormai arrivano a tutti i giocatori e non ci facciamo nemmeno più caso. Non ha mai preso in considerazione l’idea di giocare in Cina, poteva chiedere la cifra che voleva, ma lui ama troppo Napoli e ha in testa tanti obiettivi da conseguire in azzurro”.  Ha poi aggiunto: “Eravamo compagni di Nazionale e abbiamo legato molto. Marek è un mio grande amico, poi altra cosa è il lavoro e devo dire che Venglos mi ha dato una grande mano quando ho deciso di diventare procuratore. È ormai quasi da due anni che lavoriamo insieme e non è facile questo mondo, ma con Venglos è tutto più facile e Marek è la nostra vetrina. Marek ha la testa giusta e con Sarri sta facendo molto bene. Nonostante i continui rumors di mercato, Hamsik è legato a Napoli e se è rimasto è perché vuole il bene della squadra ed ecco perché antepone i successi della squadra ai suoi. E’ una delle poche leggende del calcio italiano dopo Totti e Buffon. Lui è napoletano dentro, i suoi figli sono napoletani ed è legato alla città troppo: i soldi non sono tutto nella vita”. 

Licenziamento per malattia possibile solo in due casi

Licenziamento per malattia: vale solo in alcuni casi e vi rientrano i danni

Strage di Viareggio sentenza: Mauro Moretti e Michele Elia condannati a sette anni