in ,

Calciomercato: Verratti era della Roma, Luis Enrique disse no

Marco Verratti alla Roma. Poteva essere la bomba di calciomercato di due estati fa, ma alla fine non se ne fece niente. Sicuramente Sabatini si starà mangiando le mani. L’abruzzese sta dimostrando in queste stagioni al Psg tutto il suo potenziale e Antonio Conte è pronto a dargli le chiavi del centrocampo azzurro per il dopo Pirlo. Verratti e la Roma sono stati ad un passo, ma Luis Enrique, l’allora mister dei giallorossi, bloccò tutto.

Non credeva che fosse al livello della squadra”. Questo era il pensiero di Luis Enrique, che impedì a Marco Verratti di trasferirsi nella Capitale. A rivelare questo retroscena è Bojan Krkic, ex attaccante giallorosso, portato a Roma proprio da Luis Enrique. La Roma si stava muovendo per rinforzare il centrocampo e aveva individuato nel giovane nato a Pescara un talento su cui puntare. Al momento di chiudere la trattativa, però, arrivò il secco no del tecnico che ora guida il Barcellona.Sembrava tutto fatto, ma Luis Enrique si oppose all’ultimo istante. Non riteneva Verratti al livello del resto della rosa”, ha raccontato a Cadena Ser l’attaccante che quest’anno milita nello Stoke City.

Verratti, che era seguito anche dalla Juventus, fu grande protagonista con Insigne e Immobile della promozione in serie A del Pescara di Zeman e nell’estate del 2012 venne acquistato dagli sceicchi del Psg per 12 milioni di euro, una cifra ridicola pensando a quello che il talento di Pescara è diventato. Insomma,  davvero un gran peccato per la Roma. A Luis Enrique invece non è andata poi tanto male, visto che ora si ritrova ad allenare una squadra devastante, con Messi, Neymar e Suarez la davanti a terrorizzare le difese di tutta Europa.

Napoli, rivolta avvocati: sfondano l’ingresso del Tribunale

cotto e mangiato tartare tonnetto

Cotto e Mangiato, ricetta del giorno 14 aprile: Tartare di tonnetto allitterato