in ,

Calciopoli, la Cassazione, Beppe Marotta: “Decisioni inique, la nostra posizione rimane ferma”

Il dg della Juventus Beppe Marotta – intervenuto ai microfoni di RaiSport per “Novantesimo Minuto” – torna a parlare di Calciopoli, la cui Cassazione pochi giorni fa ha rese note le motivazioni della sentenza: “Abbiamo sempre detto che si tratta di decisioni inique, due pesi e due misure. Siamo in attesa di leggere e analizzare le motivazioni e poi faremo le valutazioni. Ci sono i nostri avvocati che stanno valutando attentamente tutto”.

Nei prossimi giorni il presidente Tavecchio – che auspica di trovare un punto d’incontro con la dirigenza bianconera – incontrerà a Malta il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, fresco di nomina nel comitato esecutivo dell’Uefa. “La nostra posizione oggi rimane ferma” dichiara Marotta circa la richiesta di risarcimento danni da 443 milioni di euro che il club bianconero ha avanzato alla Federcalcio.

Intanto la Juventus è attesa dalla difficile trasferta di Manchester, dove sarà ospite del City. Marotta conta di non fallire il primo appuntamento europeo della stagione, dopo il pessimo avvio di campionato: “Andiamo a Manchester a giocarcela, come sempre. Il compito dell’allenatore in una circostanza come questa è fare capire che la Champions ha difficoltà differenti da quelle del campionato”. Il dg bianconero ha fatto il punto sulla situazione della Juventus e ammette di essere rimasto un po’ spiazzato dai risultati sin qui arrivati: “Siamo in una fase interlocutoria, di fronte a un cambiamento. Questo, però, non deve diventare un alibi, non è nella nostra cultura”, afferma Marotta che però ci tiene a rassicurare i tifosi juventini, la squadra è pronta al riscatto: “I nostri obiettivi restano gli stessi: partecipare a tutte le competizioni per vincere”.

Belen Rodriguez e Santiago contro i ritardi di Alitalia

Squadra Antimafia 8 anticipazioni

Squadra Antimafia 8 anticipazioni: nel cast entra Caterina Shulha