in ,

Calderoli denunciato dal Partito animalista europeo: ha ucciso un serpente e pubblicato foto su Fb

Roberto Calderoli ne ha combinata un’altra delle sue: trova un serpente lungo due metri nella cucina di casa, e pensa bene di ucciderlo, fotografarlo e postarlo su Facebook, scatenando, come era prevedibile, una pioggia di polemiche e critiche. Il Partito animalista europeo, infatti, lo ha denunciato con l’accusa di ‘soppressione di animale protetto’.Calderoli uccide serpente

“Il serpente è un biacco appartenente alla specie rigorosamente protetta e non pericolosa poiché è sprovvisto di veleno. Avrebbe dovuto chiamare il Corpo Forestale dello Stato o i Vigili del fuoco o ancor meglio il Servizio Cites del Ministero dell’Ambiente e Politiche Forestali così come vuole la norma”, ha dichiarato il presidente del Partito animalista, Stefano Uccelli, in merito al deprecabile gesto compiuto dal vicepresidente leghista del senato. Ed ha poi aggiunto: “uccidendolo ha compiuto un reato perseguito dalla legge (189/2004 art. 544 bis) con l’aggravante perché specie protetta”, invitando le autorità a prendere dei provvedimenti, in quanto il senatore è “reo confesso”, come da foto su Facebook.

Ma Calderoli, non curante delle critiche ricevute in queste ore, agli utenti che hanno condannato il suo gesto, sulla sua pagina Facebook ha replicato così: “Visto i demenziali commenti, insulti e minacce espressi contro di me da animali e da animalisti, mi auguro, visto l’amore che manifestano verso i rettili, che il loro amato serpentone la prossima volta vada a infilarsi sotto le coperte del loro di letto e poi ne riparliamo. Quanta ipocrisia e quanta ignoranza.”

Sigourney Weaver protagonista di “A Monster Calls”

Europa League Stjarnan-Inter

Europa League: Stjarnan-Inter 0-3, Icardi, Dodò e D’Ambrosio regalano la vittoria ai nerazzurri