in ,

Calderoli offende la Kyenge. La Rete chiede a gran voce le dimissioni del leghista

Il vicepresidente del Senato, esponente della Lega, Roberto Calderoli, parlando oggi ad una festa a Treviglio, dove erano presenti all’incirca 1.500 persone seguaci del partito leghista,  ha rivolto pesanti insulti al ministro dell’Integrazione Cecile Kyenge.

2b00e06444d4e942b031025e1f6e1237

Calderoli, che non è nuovo a dichiarazioni fuori luogo, il cui bersaglio negli ultimi tempi sembra essere la ministra Kyenge, dal palco della festa ha detto: “Fa bene a fare il ministro, ma forse lo dovrebbe fare nel suo Paese. È anche lei a far sognare l’America a tanti clandestini che arrivano qui”.  Il vicepresidente del Senato ha poi continuato il suo intervento, affermando: “Quando vedo le sue foto su internet non posso non pensare alle sembianze di un orango”. Le repliche a quando dichiarato dal senatore sono state rapide, tanto da indurre Calderoli a fare marcia indietro, riducendo ai minimi termini le sue dichiarazioni: “Stavo parlando in un comizio e ho fatto una battuta, magari infelice, ma da comizio, questo è stato subito chiaro a tutti i presenti”. L’esponente leghista ha poi precisato: “Non volevo offendere e se il ministro Kyenge si è offesa me ne scuso, ma la mia battuta si è inserita in un ben più articolato e politico intervento di critica al ministro e alla sua politica”.

Intanto però la Rete è insorta e, oltre ad alcuni esponenti del Pd che hanno invitato Roberto Calderoli a dimettersi immediatamente dalla carica ricoperta a Palazzo Madama, anche molti internauti hanno cominciato ad ‘unirsi’, firmando un appello, con l’obiettivo di arrivare ad una formale richiesta di dimissioni per il vicepresidente del Senato, da presentare alla prossima seduta. In particolare Articolo 21 ha chiesto ai suoi utenti di sottoscrivere l’appello per le dimissioni di Calderoli perché “nelle sue parole, come sempre, traspare l’odio per la ministra Kyenge, che ha il doppio torto di essere donna e di non avere la pelle bianca. Questa spirale va ora stroncata”.

Moda estate 2013: look ispirato alla savana per uno stile grintoso e selvaggio

Bankitalia: crisi colpevole della distruzione di tutti i settori dell’industria italiana