in ,

California: video in cui si masturba diffuso in rete, ragazzo si suicida

Un video imbarazzante diffuso sulla rete impazza il web. Un giovanissimo non regge alla vergogna e si toglie la vita. E’ questa la drammatica storia che ha visto protagonista un teenager americano, Matthew Burdette, che lo scorso novembre si è suicidato dopo che un compagno di classe lo aveva filmato in bagno mentre si masturbava e poi aveva caricato e condiviso il video su internet.

Matthew Burdette suicida per un video virale imbarazzante

Per due settimane era stato vittima di bullismo, poi è arrivata l’umiliazione on line e non ha retto al colpo. Per mesi la scuola non ha saputo dare spiegazioni alla famiglia del ragazzo. Nessuno dei compagni parlava, non si riusciva a dare spiegazione al gesto. Ma la famiglia ha lottato, non si è mai arresa, per mesi ha fatto domande e indagato finché i compagni di classe non hanno cominciato a raccontare.Il colpevole, un coetaneo, è stato individuato e assicurato alla giustizia, questo mese ci sarà la prima udienza del processo.

Secondo quanto risulta dagli atti, i docenti e il personale della scuola erano a conoscenza dei fatti e non hanno parlato. Il ragazzo prima di suicidarsi aveva lasciato una bigliettino in cui spiegava il motivo che lo aveva portato all’estremo gesto: non riusciva più a “gestire la scuola e i compagni di classe. Alla luce di quanto reso noto, i genitori, Timothy e Barbara Burdette, hanno avanzato una richiesta di risarcimento danni di 1 milione di dollari nei confronti dell’istituto che frequentava Matthew. “Nostro figlio si è suicidato dopo la diffusione online di un video imbarazzante diventato virale”, così hanno commentato pubblicamente la morte di loro figlio.

federica sciarelli

Chi l’ha visto? Story anticipazioni 16 luglio: ventisei anni di indagini

Belen selfie su Instagram

Belen gossip, irriconoscibile su Instagram: la foto dal dentista non piace ai fan