in

Cambiare lavoro, i consigli: ecco come e cosa fare in tempo di crisi

Questa crisi mi distrugge” direbbe un famoso spot che circola in tv. Se questo slogan vale anche per te – ed è molto probabile e comprensibile – allora vale la pena rivedere qualcosa nella tua vita. Questa volta non ci occupiamo di chi un lavoro non ce l’ha, anche se potrebbe essere valido anche per questa categoria, ma di chi, invece, un’occupazione la possiede ma non lo soddisfa a pieno. A causa di questa crisi economica che non accenna a finire, i fortunati che sono riusciti a mantenere il posto di lavoro, anche a causa dei tagli del personale, si ritrovano spesso a fare i lavori extra per sopperire alla mancanza di un adeguato numero di dipendenti. Di conseguenza, ciò porta ad un consistente aumento dell’insoddisfazione, dello stress e dell’ansia da lavoro.

=> CLICCA QUI SE VUOI CONOSCERE ALTRE OFFERTE DI LAVORO.

In questi casi è naturale pensare: “Basta! Voglio cambiare lavoro, non ne posso più!“. Spesso, però, questo pensiero è accompagnato da un’altra vocina che ci dice: “Ma sei pazzo! Tienitelo stretto questo lavoro e ritieniti fortunato ad avercelo.” Se siete stanchi di accettare la sconfitta e dare ragione sempre alla seconda vocina, vediamo di trovare qualche consiglio utile per riuscire a dare una svolta alla vostra vita, trovando e cambiando lavoro.

Innanzitutto, bisogna ritrovare l’entusiasmo, perso durante le estenuanti giornate di lavoro che ci rendono un po’ tutti più nervosi, e la voglia di rimettersi in gioco. Pensa bene a ciò che sai fare, che ti piacerebbe fare e alle tue esigenze. Una volta capita qual è l’attività che vorresti fare, non esistono formule magiche bensì tanta pazienza e costanza. Presentati davanti all’azienda dei tuoi sogni e consegna il tuo curriculum vitae, avendo cura di aggiornarlo e renderlo il più possibile “attraente”. Fai la stessa cosa al Centro per l’impiego della tua città. Ma soprattutto non ti abbattere e impegnati costantemente per arrivare al tuo obiettivo. Prendi la ricerca del nuovo lavoro come un vero e proprio lavoro.

Cambiare in tempo di crisi, comunque, richiede tanta capacità di adattamento e di determinazione per affrontare al meglio ciò che ci si presenterà davanti. Se poi riuscirai ad arrivare a ciò che avresti voluto, allora diventa tutto molto più semplice. Forza e coraggio!

Gabriel Garko fidanzato

Gabriel Garko e Adua Del Vesco: galeotto fu il set di Non è stato mio figlio

Quali sono le linee guida del ministero della salute

Mense scolastiche menù: quali sono le linee guida del Ministero della Salute?