in

Cameron Boyce, la star di Disney Channel muore a 20 anni

Cameron Boyce attore e ballerino statunitense è morto sabato 6 luglio 2019. Aveva solo 20 anni ed è conosciuto per aver partecipato a film importanti come Discendenti e Jessie. Ad annunciare la dipartita del ragazzo è stata la ABC.

cameron boyce morto

leggi anche:“Infezione da piscina”, attenzione ai bambini: cos’è la «criptosporidiosi»

L’annuncio della ABC

«E’ con profondo dolore che dobbiamo annunciare la morte del nostro amato Cameron Boyce. Se n’è andato nel sonno per un attacco respiratorio. Questo è il frutto di una malattia che aveva da tanto tempo e che stava trattando. Il mondo ha perso una delle sue luci più brillanti, ma il suo spirito continuerà a vivere attraverso la dolcezza e la compassione di tutte le persone che lo conoscevano e lo amavano. In questo momento vi chiediamo di rispettare la nostra privacy. Abbiamo il cuore a pezzi perché abbiamo perso un figlio e un fratello».

 

View this post on Instagram

@i_d

A post shared by Cameron Boyce (@thecameronboyce) on

I messaggi per Cameron Boyce

La scomparsa di Cameron è un duro colpo per il suo pubblico, ma soprattutto per la sua famiglia. Il profilo Instagram dell’attore è stato invaso da messaggi di condoglianze e di fan disperati per la sua perdita: “Non riesco a crederci… riposa in pace“, “Ti vorremo bene per sempre“, sono alcuni dei messaggi dei fan di Cameron.

Non è tardato ad arrivare un commento della Disney che, tramite un portavoce, ha fatto sapere: “Boyce ha sempre avuto un incredibile talento per la recitazione. Nonostante la giovane età è riuscito a condividere con il mondo intero la sua bravura”. Cameron si era fatto conoscere per la serie tv Descendants e per lo show televisivo Jessie. Ma ha collezionato tanti altri ruoli ed esperienze sul piccolo e grande schermo visto che ha cominciato a lavorare come modello e attore all’età di 7 anni.

Brad Pitt addio al cinema: «Troppo vecchio», le parole dell’attore

Temptation Island, Federica Lepanto: «Massimo mi ha trattato come una donna da nulla»