in

Cameron Diaz malattia: «Frustrante! Mi sono sempre sentita male con me stessa!»

Questa sera andrà in onda su Rai Tre alle ore 21,20 In Her Shoes – Se fossi lei, film di Curtis Hanson del 2005, con protagonisti Cameron Diaz, Toni Collette, Shirley MacLaine e Richard Burgi. Una delle commedie meglio riuscite di Cameron Diaz, nota per aver recitato in pellicole di successo come Essere John Malkovich, Vanilla Sky, Gangs of New York e L’amore non va in vacanza. Nel corso della sua lunga carriera artistica, da cui l’attrice di San Diego, classe 1972, si è congedata lo scorso anno, Cameron Diaz ha ricevuto 4 candidature ai Golden Globe, una ai Premi BAFTA e 3 agli Screen Actors Guild.

Cameron Diaz e il ritiro dalle scene: «È nella fase ‘Ok, ne ho abbastanza!’»

Il ritiro dalle scene ha stupito tutti: l’attrice non gira un film dal 2013, ma ha dichiarato di sentirsi a posto con la sua famiglia e il marito il musicista Benji Madden, chitarrista del gruppo pop-punk Good Charlotte, con cui si è sposata dopo soli 7 mesi di fidanzamento nel gennaio del 2015. Ad appena 41 anni Cameron Diaz ha deciso di lasciare il mondo dello spettacolo: gli ultimi due film sono usciti quasi contemporaneamente nelle sale nel 2014: Annie – La felicità è contagiosa e Sex Tape – Finiti in rete. A confermare poi la notizia lo scorso anno l’amica di Cameron Diaz, Selma Blair, che in un’intervista ha svelato: «Sono andata a pranzo con Cameron l’altro giorno e stavamo ricordando l’epoca del film La cosa più dolce… Mi sarebbe piaciuto recitare in un sequel ma lei non vuole, è nella fase ‘Ok, ne ho abbastanza’. Voglio dire, lei non ha bisogno di fare altri film, ha una vita stupenda, non ho idea di cosa servirebbe per poterla far tornare sui suoi passi!». 

Cameron Diaz malattia: «Frustrante! Mi sono sempre sentita male con me stessa!»

E pensare che Cameron Diaz aveva cominciato a muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo giovanissima. A sedici anni intraprese la carriera di modella per l’agenzia Elle, in seguito dopo un periodo in Giappone, era tornata negli Usa e aveva con stupore ottenuto la parte della protagonista femminile del film The Mask con Jim Carrey. Poi la consacrazione con Tutti pazzi per Mary e Il matrimonio del mio migliore amico. Agli inizi risale anche la malattia, un malessere di cui Cameron Diaz ha fatto parola soltanto qualche tempo fa. Nel suo libro «The Body Book: The Law of Hunger, the Science of Strength, and Other Ways to Love Your Amazing Body» del 2014 l’ormai ex attrice ha parlato dei suoi problemi con l’acne, una difficoltà che si è portata avanti da adolescente, ma anche durante i vent’anni. «Avevo una pelle davvero terribile è stato imbarazzante e frustrante e mi sono sempre sentita molto male con me stessa», ha scritto Cameron Diaz. E non è la sola star ad averne sofferto: con l’acne hanno dovuto fare i conti anche Kate Perry – «Una delle mie maggiori insicurezze deriva dal fatto che ho le cicatrici dell’acne ed essendo consapevole di questa cosa, spesso le copro con un sacco di trucco» – la cantante Rihanna e l’attrice Keira Knightley. Diciamo che Cameron Diaz è in buona compagnia…

leggi anche l’articolo —> Diane Keaton malattia: «Per anni ne ho sofferto. È stato terribile…»

 

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi", “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Cecilia Rodriguez senza freni: «Andrei in carcere con il povero Fabrizio Corona»

Jane Alexander Instagram, sensuale in lingerie, fan in estasi: «Sei stratosferica!»