in

Camilla Filippi malattia, una lotta lunga vent’anni: «La lacerazione dentro mi ha divorata»

Donna facoltosa accusata di omicidio nella fiction Il Processo, Camilla Filippi nella vita si è trascinata dietro vent’anni di lotta contro una malattia che la stava consumando. Seppur molto riservata, l’attrice – bresciana, classe 1979 – si è aperta tempo fa su un tema tanto delicato, del quale ha voluto raccontare tramite le pagine di Grazia. Un male purtroppo comunissimo, da cui Camilla è riuscita a venir fuori completamente ormai da cinque anni.

camilla filippi malattia

Camilla Filippi malattia: «Pativo il conflitto fra il desiderio di fare l’attrice e l’ambiente in cui sono cresciuta»

Un vortice impetuoso quello in cui Camilla si è lasciata trascinare a causa di una ‘battaglia’ interiore: «Io – aveva raccontato nell’intervista al settimanale dedicato alle donne – pativo il conflitto fra il desiderio di fare l’attrice e l’ambiente in cui sono cresciuta, ostile allo spettacolo». Un contrasto personale sfociato nella malattia. «La lacerazione tra la voglia di apparire e la tentazione di sparire mi ha portato ad essere bulimica», aveva confessato. Lunghissimo il percorso per recuperare un equilibrio che le permettesse di non essere più schiava dei disordini alimentari. Ci è riuscita grazie ad un nutrizionista, alla presenza delle persone che le stavano a fianco e, non meno importante, imparando a volersi bene.

camilla filippi malattia

L’attrice sposa da poco, per la seconda volta

Oggi Camilla è mamma di due ragazzini, Bernardo e Romeo, avuti dal matrimonio con il regista Lucio Pellegrini, sposato quando era ancora molto giovane. Non l’unica unione per la Filippi che lo scorso settembre è convolata a nozze ‘bis’ con Stefano Lodovichi, anch’egli regista. Un caso? «Quando lavori è più probabile che incontri qualcuno che fa il tuo stesso mestiere. – ha dichiarato in una recente intervista a Vanity FairInfermieri e infermiere, avvocati e avvocatesse… Ho avuto anche fidanzati attori, ma se l’attore guarda il mondo dal basso verso l’altro, chi dirige ha una visione complessiva, dall’alto, e maggiore apertura mentale. Poi, hanno una solidità diversa e ci sono già io di fragile…».

camilla filippi malattia

Leggi anche —> Camilla Filippi Instagram, in costume alla “Baywatch” con la sorella: «Ma la bellezza!»

Chris Martin: «Un tempo ero omofobo, terrorizzato di poter essere gay!»

Paola Di Benedetto Instagram, foto spettacolare in intimo color carne: «Mi mandi in tilt!»