in ,

Campagna choc contro pedofilia e violenza cieca sui minori

L’artista Erik Ravelo impegnato nella campagna sociale denominata “Los  Intocables” di Fabrica (di cui è collaboratore), per “Save The Children” ha voluto realizzare un quadro allegorico che non lascia spazio a dubbi sui suoi intenti. I destinatari del messaggio sono tutti coloro che direttamente (nella maggior parte dei casi) o indirettamente hanno recato male ai minori, in particolare ai bambini. Ravelo ha voluto rappresentare le vittime come dei piccoli Gesù nel momento del supplizio.

bambini

Nella sua opera l’artista cubano, attraverso sei riquadri, denuncia: i crimini di pedofilia commessi da sacerdoti (denunciando indirettamente la Chiesa di non adoperarsi a dovere contro l’abominio in questione), coloro che praticano il tristemente rinomato “Turismo sessuale” come tragicamente spesso accade nei paesi dell’Estremo Oriente (Thailandia su tutti). I crimini denunciati non si fermano qui: si va dal mercato sfrenato delle armi che miete vittime innocenti (negli Usa), al mercato delle armi da guerra (in Siria), per arrivare ai loschi trafficanti di organi di minori e alle multinazionali dei fast food accusate di diffondere cibi dannosi per la salute dei bimbi (specie negli States il fenomeno dei minori obesi è in costante crescita).

Le “crocefissioni dei bambini” sono lo strazio che la parte marcia della società, in senso lato, riserva loro quotidianamente. Significativo che i carnefici e croce delle loro vittime siano rappresentati di spalle ai bambini (dal volto nascosto da effetti sgranati)  per nascondere la loro identità: segno che la violenza gratuita non ha un volto preciso ed è sempre dietro l’angolo.

photo credit: Claude… via photopin <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0

photo credit: the bbp via photopin cc

Seguici sul nostro canale Telegram

Le tre rose di Eva 2 anticipazioni, le sorelle Taviani di fronte ad una sconvolgente scoperta

Barcellona: piace il centrocampista Reus del Borussia Dortmund