in

Cancro al polmone: nuova immunoterapia riduce la mortalità del 40%

È in arrivo una nuova immunoterapia contro il cancro al polmone che sarebbe in grado di ridurre la mortalità del 40% e di migliorare la sopravvivenza del 50% rispetto alla tradizionale chemioterapia. La molecola immuno-oncologica prende il nome di Pembrozulab e potrebbe diventare presto la prima linea di difesa contro il cancro al polmone in stadio avanzato al posto della chemioterapia.

Lo studio, che prende il nome di Keynote-024 ha preso in considerazione 305 soggetti provenienti da 16 diversi paesi che presentavano cancro al polmone non a piccole cellule e in fase già avanzata. I pazienti trattati con la molecola Pembrozulab hanno mostrato una sopravvivenza libera da progressione di almeno 10,3 mesi, molti di più rispetto alla chemioterapia che invece si ferma a 6 mesi. Anche la sopravvivenza globale entro 6 mesi è migliorata dal 72,4% all’80,2%. Il farmaco funziona nel 25% dei nuovi casi ed è efficace sia su pazienti fumatori che non fumatori.

È stato inoltre presentato un successivo studio, fase II denominato Keynote-021, che ha preso in esame 123 soggetti affetti da cancro polmonare metastatico non-squamoso. Dai risultati è emersa una risposta doppia rispetto alla media e un rischio di morte o di progressione ridotto del 47% nei pazienti trattati sia con chemioterapia che con il farmaco Pembrozulab.

Silvia Novello, docente di Oncologia Medica presso l’Università di Torino, spiega: “Il 60-70% delle neoplasie polmonari è diagnosticato in fase avanzata di malattia. L’immuno-oncologia finora ha mostrato risultati positivi in seconda linea e prevalentemente nei pazienti con istologia squamosa. Ora queste armi dimostrano di essere efficaci in prima linea, quindi al momento della diagnosi, e anche nell’istologia non-squamosa, che rappresenta la grande maggioranza dei pazienti. Per questi ultimi il vantaggio è significativo perché, se rispondono a determinati requisiti, possono evitare la chemioterapia e aver accesso a farmaci innovativi caratterizzati da una tollerabilità migliore“.

[dicitura-articoli-medicina]

ospedale msf bombardato yemen

Yemen: raid aereo dell’Arabia Saudita contro funerale dei ribelli, 155 morti e 500 feriti

I Medici anticipazioni seconda puntata

I Medici prima puntata, cambia la data: ecco quando va in onda