in

Cancro all’utero: allattamento al seno potrebbe ridurre il rischio

Secondo un recente studio condotto dalla dottoressa Susan Jordan e dal team di ricercatori del Qimr Berghofer Medical Research Institute di Brisbane, in Australia, le donne che allattano al seno per i primi nove mesi hanno un minore rischio di contrarre il cancro all’utero. Come la principale autrice ha spiegato: “Una donna che ha allattato due figli per 9 mesi ognuno ha un rischio di circa il 22 per cento inferiore“. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Obstetrics and Gynecology.

Durante la ricerca sono state prese in esame almeno 26 mila donne con almeno un figlio, di cui 9 mila affette da cancro all’utero. Secondo i risultati, le mamme che avevano allattato per un periodo che andava dai 3 ai 6 mesi, avevano un rischio ridotto del 7 per cento per ogni bambino allattato. All’aumentare dei mesi, inoltre, il rischio diminuiva ancora fino ad arrivare all’11 per cento per un periodo di almeno nove mesi. Per gli esperti, il meccanismo alla base di questa proporzione è ancora un mistero.

I ricercatori hanno comunque formulato alcune ipotesi, una delle quali afferma che l’allattamento, sopprimendo l’ovulazione, favorirebbe l’attività anti cancro in quanto si abbasserebbero i livelli di estrogeni, ormoni implicati nello sviluppo del cancro all’utero. Come ha concluso la dottoressa Susan Jordan: “L’allattamento non garantisce che una donna non sviluppi il cancro all’utero, ma può contribuire a ridurne l’incidenza“.

[dicitura-articoli-medicina]

Squadra Mobile 2 quando inizia, cast, attori, quante puntate, trama: tutto su Operazione Mafia Capitale

Replica Cherry Season puntata 25 luglio 2017: come vedere il video integrale