in

Candidati Lista Monti, se anche il fido Mario Sechi molla Berlusconi…

Più che per le sue competenze giornalistiche o per i suoi editoriali forbiti, viene ricordato dal grande pubblico soprattutto per le sue apparizioni, sempre più frequenti, nei talk show di approfondimento politico. Ma chi lo invitava lo considerava già un giornalista schierato, dichiaratamente di parte, tanto da farlo accomodare (nel caso di Ballarò) insieme agli esponenti di centrodestra.

giornalista mario sechi

Mario Sechi è stato negli ultimi anni uno dei massimi esponenti della macchina del fango architettata da Berlusconi ed i suoi scagnozzi. Meno forte di Sallusti e Feltri, ma comunque alla guida di un quotidiano che a Roma mantiene ancora discrete tirature. Impossibile non ricordare le sue prese di posizione negli ultimi giorni di vita del Governo Berlusconi, quando Sechi era praticamente dovunque (da Floris ma anche da Formigli, per non parlare dei programmi di casa Mediaset), pronto a difendere l’indifendibile.

Ora, svolta la sua funzione all’Emilio Fede, il giornalista sardo vede la nave affondare e volta le spalle al Cavaliere. Tradendolo addirittura. Ha infatti accettato l’invito di Mario Monti ad essere candidato nella sua Lista, insieme ad altri volti noti, come ad esempio Valentina Vezzali, un’altra che non ha mai nascosto la sua stima nei confronti di Silvio Berlusconi. Ma adesso il vento è cambiato, a destra si sente aria di sconfitta e tutti (ma proprio tutti) hanno individuato in Mario Monti (e nella sua Lista) l’ultima ancora di salvataggio.

92 anni fa nasceva Leonardo Sciascia

Calciomercato Inter, per Schelotto trattativa rinviata