in ,

Cane rubato non riconosce la padrona, il ladro se lo tiene

Il cane è il miglior amico dell’uomo, il più fedele. Ma, a quanto pare, non sempre ha una buona memoria. Eh sì, quanto è accaduto a Cagliari lo dimostra. Una donna di 46 anni, residente nell’hinterland cagliaritano tra Quartu Sant’Elena e Selargius, a settembre si era messa in contatto con un giovane 27enne per vendergli un cane, un cucciolo di Pinscher, per l’esattezza.Cucciolo Pinscher

Durante l’incontro per l’acquisto però qualcosa è andato storto: quello che inizialmente si era mostrato come un potenziale acquirente dell’animale, si è invece rivelato uno scippatore. Fingendo di tirar fuori il denaro per pagare il cucciolo, infatti, con una mossa repentina lo ha strappato dalle braccia della donna fuggendo via. Un furto in piena regola. La donna ha richiesto l’intervento dei carabinieri. Le ricerche, da quel lontano 2 settembre si sono protratte fino al 15 dicembre scorso, quando le forze dell’ordine di Selargius hanno citofonato alla porta del presunto ladro trovando in casa il Pinscher rubato. Ma l’identificazione del cane si è rivelata più difficile del previsto: per scagionarsi il giovane ha mostrato ai militari un video, con data precedente allo “scippo”, che aveva come protagonista proprio il cane in questione. Nonostante la bestiola non fosse iscritta all’anagrafe canina, alla fine la verità è venuta a galla: il cane del video non era lo stesso che si trovava in casa in quel momento.

La vicenda quindi avrebbe dovuto volgere al termine e a lieto fine. Ma non è andata così. Il cane, riconsegnato alla padrona, ha reagito in maniera inaspettata: non solo non l’ha riconosciuta, ma le ha addirittura ringhiato contro. E alla fine della storia, una conclusione paradossale degna del miglior coup de théâtre: la proprietaria non ha voluto più il cane e il giovane se lo è ‘aggiudicato’ offrendole 500,00 euro.

 

Arsène Wenger

Arsène Wenger abolirebbe il mercato invernale

Suora incinta partorisce all’ospedale di Rieti