in ,

Cannabis, l’alternativa sono i petali di ortensia

Alcuni furti insoliti sono stati registrati in Francia, nella regione del Nord Est, dove la polizia locale si è messa sulle tracce di un gruppo di ladri che stanno rubando delle ortensie perché pare che la pianta abbia degli effeti simili a quelli della cannabis. Questo ‘surrogato’ sarebbe molto meno caro dell’originale, ma a quanto pare molto più dannoso per la salute.

fumo cannabis

Secondo quanto riferito dall’agenzia Adnkronos, la gang delle ortensie“, come ribattezzata dall’emittente France 3, starebbe mettendo in atto una serie di furti di ortensie nell’area di Hucqueliers, a Montreuillois nella regione Nord Pas-de-Calais, colpendo prevalentemente giardini, aiuole pubbliche e cortili. Questa nuova e bizzarra moda sembra che provenga dalla Germania, e per i puscher potrebbe essere una conveniente alternativa alla cannabis poiché pare che i petali della pianta ornamentale, mischiati al tabacco, abbiano gli stessi effetti. Tuttavia, come ha spiegato il professore di farmacologia Kurt Hostettmann al quotidiano svizzero Le Matin, se aspirate in quantità elevate, le sostanze psicoattive della pianta si trasformano in un potente tossico, lo Zyklon B, che veniva utilizzato dai nazisti nelle camere a gas di alcuni campi di sterminio. Anche solo 200 mg/m³ di questo acido sono sufficienti ad uccidere un uomo in soli 10 minuti.

Illustri specialisti francesi hanno lanciato l’allarme contro quella che potrebbe diventare una nuova tendenza poiché l’inalazione dei petali di ortensia può provocare gravi danni alla salute come il blocco del sistema respiratorio e di quello nervoso centrale. Oltre al fatto che sono del tutto sconosciuti gli effetti a lungo termine.

indagine Ocse ore di lavoro nei paesi UE

Gli italiani? Lavorano più ore di tedeschi e olandesi. Ma guadagnano la metà

Porto

Mercato, Serie A: Jackson Martinez ‘apre’ all’Italia