in

Cannes 2013: la seconda volta di Marion Cotillard che da italiana diventa polacca

Martedì scorso Marion Cotillard ha presentato a Cannes il suo  film  fuori concorso, diretto dal compagno Guillaume Canet intitolato  “Blood Ties”  e  ambientato nella malfamata New York degli anni ’70 dove parla in italiano. In competizione, invece,  appare nel film del regista  James Gray intitolato  “The Immigrant”, dove si esprime in polacco ed è ambientato,  sempre nella Grande Mela, nei criminali anni ‘20.Marion Cotillard

La Cotillard, nel film melodrammatico di Gray sulla grande immigrazione negli Stati Uniti, è una profuga dell’Est Europa scappata dalla Guerra in America, con la sorella, in cerca di una vita migliore. Giunte a Ellis Island, le due vengono separate: la sorella Magda  messa in quarantena per una tubercolosi, mentre lei (Ewa), per trovare i soldi e salvare la sorella, si lascia convincere dal manipolatore Bruno (Joaquin Phoenix) a far parte della sua compagnia di ballerine-burlesque e prostitute. Ma all’orizzonte apparirà il mago Orlando (Jeremy Renner), che tenterà di salvarla dalla sua condizione.

Nella passerella la Cotillard, con il regista e il collega Renner, (non era presente Phoenix) ha spiegato che la sfida più grande per lei è stato il doversi esprimere in polacco. Il regista ha voluto raccontare l’epoca della dura emigrazione di tutti coloro che arrivavano a New York, a cercare fortuna, e questo è mostrato come un melodramma degno di un’opera lirica.

fisco

Ezio Greggio e lo stipendio di Mediaset pagato all’estero. A quando il tapiro d’oro?

amici 2013

Anticipazioni Amici 2013: Moreno batte Emanuele e Verdiana su iTunes