in ,

Canone Rai 2016 esenzione: chi non autocertifica non avrà il rimborso

Continuano gli aggiornamenti sul nuovo metodo di pagamento in bolletta del Canone Rai 2016; dopo le direttive giunte dal direttore dell’Agenzia delle Entrate chi non è in possesso di un televisore deve presentare un’autocertificazione al Fisco ai fini dell’esenzione dal pagamento della tassa. I tempi però sono stretti e, essendo la prima volta per questa modalità di pagamento, le incognite sono molte, specialmente legate a chi non dovrebbe pagare questa tassa ma che non avendo presentato l’autocertificazione si ritroverà automaticamente in bolletta l’addebito.

“La scelta del legislatore di presupporre la detenzione della televisione per gli utenti di fornitura elettrica si è ora tramutata in automatico pagamento del primo semestre del canone, per chi non autocertifica” ha affermato l’Unione Nazionale Consumatori in merito alla nuova normativa. Ciò significa che, chi entro le date prefissate non avrà presentato l’autocertificazione, non avrà diritto al rimborso dopo luglio.

“Chi, insomma, non avendo la tv, non farà alcuna comunicazione, scoprendo solo a luglio l’addebito non dovuto del canone, non potrà più far valere il fatto che non ha mai avuto una tv in vita sua, nonostante, in ultima analisi, sia proprio il presupposto dell’imposta” spiega Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori. A questo quadro previsto dalla Legge di Stabilità 2016 c’è solo un’eccezione per la quale è previsto il rimborso ovvero il doppio addebito del Canone Rai 2016 in bolletta come nel caso di moglie e marito o seconde case.

Credit Foto: Marko Subotin / Shutterstock

riforma pensioni 2016 Walter Rizzetto

Riforma pensioni 2016 ultime novità: Quota 41, flessibilità e Opzione Donna, le priorità per Walter Rizzetto

Anticipazioni Uomini e Donne trono classico: Ludovica presente alla Laurea di Fabio