in ,

Canone Rai 2016: il Codacons lancia petizione online contro l’inserimento in bolletta

Mentre si avvicina il termine ultimo per presentare l’autocertificazione per l’esenzione dal pagamento del Canone Rai 2016, in bolletta in teoria a partire da luglio 2016, il Consiglio di Stato blocca il decreto che ha modificato il metodo di pagamento della tassa sulla televisione a partire da quest’anno. Sono diverse le criticità evidenziate dal Consiglio in un parere interlocutorio, in attesa di quello definitivo che arriverà dopo ulteriori verifiche. Il provvedimento messo a punto dal Ministero dello Sviluppo Economico, che precisa le modalità con cui dovrà essere versata e riscossa la tassa, andrà rivisto e integrato.

Ad ogni modo il sottosegretario alle Comunicazioni, Antonello Giacomelli, spiega che il Ministero è già al lavoro per risolvere e migliorare entro i tempi previsti il testo del provvedimento sul Canone Rai 2016 e nel frattempo il presidente dell’Autorità per l’Energia, Guido Bortoni, ha affermato: “credo che ci siano le condizioni per fare un decreto migliorato da tutti i punti di vista, sia cogliendo il nostro parere sia quello del Consiglio di Stato”.

Meno in linea con questa opinione il Codacons che ha lanciato una petizione online per convincere il Governo Renzi a fare marcia indietro sull’inserimento del Canone Rai 2016 nella bolletta dell’energia elettrica. Secondo il presidente del movimento dei consumatori Carlo Rienzi, infatti, si tratta di “una imposizione insensata e lesiva dei diritti degli utenti”, sottolineando i tanti dubbi ancora presenti e relativi alla riscossione della tassa e all’esenzione.

Credit Foto: Marko Subotin / Shutterstock

allergie alimentari, allergie alimentari cause, allergie alimentari comuni, allergia alimentare cause, intolleranze alimentari cause, additivi alimentari,

Allergie e intolleranze alimentari cause: un chilo di additivi consumati ogni anno

caso yara calzini imbrattati di sangue

Caso Yara processo, parla fisioterapista palestra: “Il giorno del delitto un uomo mi molestò”