in ,

Canone Rai 2016 in bolletta: e se l’addebito non c’è?

Sono diversi gli italiani che in questi giorni sono infastiditi dall’addebito della prima rata del Canone Rai 2016 in bolletta malgrado avessero preventivamente inviato all’Agenzia delle Entrate l’autocertificazione per l’esenzione (e qui possono trovare le risposte al loro problema) ma ci sono anche coloro i quali si aspettavano l’arrivo della tassa sulla televisione e invece nella bolletta dell’energia elettrica di luglio non c’era nessun addebito con questa dicitura. Cosa fare in questo caso per evitare problemi successivamente con l’Agenzia delle Entrate? Ecco cosa risponde il fisco.

Nel caso in cui avreste dovuto pagare il Canone Rai in bolletta per l’anno 2016 perché non avevate i requisiti per richiedere l’esenzione ma l’addebito con la fattura di luglio non è arrivato, l’Agenzia delle Entrate informa che i contribuenti possono attendere la successiva bolletta dell’energia elettrica per verificare che per qualche ritardo non sia stata addebitata come da data prevista e, in caso in cui non ci sia, saranno tenuti a pagare il Canone Rai nel modello F24.

L’Agenzia delle Entrate scrive infatti sulla propria pagina Facebook ufficiale che “da quest’anno il canone è addebitato sull’utenza elettrica per uso domestico residente” e quindi di verificare il tipo di contratto della propria fornitura. In caso il Canone Rai 2016 non dovesse essere addebitato nemmeno nella prossima bolletta dell’energia elettrica, si è tenuti a versare l’importo entro il 31 ottobre 2016 utilizzando il modello F24 attraverso l’inserimento di alcuni codici, ovvero TVRI per il rinnovo dell’abbonamento e TVNA per un nuovo abbonamento.

Offerte di lavoro Malta 2016

Offerte di lavoro a Malta 2016: occasioni per commessi, camerieri e addetti pulizie

Ferragosto 2016 vacanze low cost

Ferragosto 2016 low cost: ecco dove andare in Italia per spendere poco e divertirsi