in ,

Canone Rai in bolletta, “Niente canone Rai per tablet e smartphone”: precisazioni dal Governo

Alcune precisazioni sulla questione del Canone Rai in bolletta sono giunte stamattina dal Sottosegretario Antonio Giacomelli che, a 24 Mattino, ha spiegato che il requisito fondamentale per il pagamento del canone rimane il possesso della televisione e non di altri devices quali smartphone o tablet.

“Rimane l’impianto della normativa in vigore. È il possesso di un televisore il requisito per il pagamento del canone, non degli altri device. Nella norma abbiamo solo aggiunto una presunzione del possesso del televisore che è il contratto di fornitura elettrica” spiega Giacomelli in risposta alle polemiche di tanti italiani ma anche del Leader della Lega Matteo Salvini che, qualche giorno fa, aveva commentato dicendo “Non esiste presumere che tutti debbano vivere e sopravvivere col televisore in casa. E uno dovrebbe pagare se ha il videocitofono o se ha l’iPad. Ma stiamo scherzando?”. Dalle parole di Giacomelli si evince quindi che sono esclusi pc, smartphone o tablet: il Sottosegretario ha però precisato che il possesso della radio non esonera dal pagamento.

“Secondo i dati Istat il 97% degli italiani possiede un televisore. Eppure questo non emerge dai dati sul pagamento del canone” spiega ancora Giacomelli che prosegue poi parlando delle sanzioni e dicendo che, con buona probabilità, non vi sarà nessuna modifica rispetto all’attuale legge vigente: la sanzione per il mancato pagamento è, infatti, già prevista ed è da 2 a 6 volte la somma dovuta. Niente sanzione, infine, per il mancato pagamento degli anni precedenti: “Purtroppo non succede niente, non perché ci sia un condono, ma perché l’utente avrebbe buon gioco a dire che ha acquistato solo ora il televisore”.

Filetto di maiale alle mele ricetta Benedetta Parodi

Ricette Benedetta Parodi: filetto di maiale alle mele, rivisitato [FOTOGALLERY]

Cruijff tumore Barcellona

Barcellona, l’ex Johan Cruijff avrebbe un tumore ai polmoni