in ,

Cantiere Tap: il Tar del Lazio accoglie l’istanza della Regione Puglia

Tutto rinviato a giorno 19 aprile. Per il momento, però, il Cantiere Tap si ferma. Decisione del Tar del Lazio che pochi minuti fa ha ufficializzato la sua decisione: accolta la sentenza della Regione Puglia. La richiesta di Michele Emiliano e i “suoi” prevedeva la previa sospensione, delle note del Ministero dell’Ambiente con le quali veniva dichiarata pienamente ottemperata la prescrizione A.44 riferita alla cosiddetta fase 0 dei lavori, autorizzando TAP all’espianto degli ulivi nell’area del cantiere di Melendugno. Il Tar ha sospeso l’efficacia dei provvedimenti in attesa della discussione dell’istanza cautelare fissata per il 19 aprile.

—> GASDOTTO: COSA DEVI SAPERE

Nella zona del Cantiere Tap  le strade di accesso al cantiere sono nuovamente sbarrate da blocchi fatti con pietre, materiale di risulta e pneumatici. Come riporta Ansa, infatti, tutta l’area è praticamente interdetta al traffico veicolare. Le forze di polizia non sono presenti sul posto e i lavori sono fermi.

—> TUTTO SUL MONDO DELLE NEWS

Intanto, si registrano nuovi danneggiamenti in località San Basilio, a San Foca di Melendugno, dove Tap dovrà estirpare – per poi piantarli nuovamente nella stessa area – gli ulivi per avviare i lavori di realizzazione del microtunnel del gasdotto.

20enne ucciso a sprangate

Alatri omicidio Emanuele Morganti news: per la madre è stato un agguato premeditato

Villarreal – Athletic Bilbao probabili formazioni e ultime news, 31a giornata di Liga spagnola