in

Capelli 2014 estate, le acconciature di tendenza più pratiche da realizzare

Lisci o ricci, taglio o non taglio, look nature o elaborato. Diciamocelo pure, i capelli sono sempre un gran problema per le donne. Soprattutto in estate, quando non si ha tempo o voglia o modo di tenerli a posto perché, tra il caldo e la fretta di uscire, piastra e spazzola non sono certo i nostri oggetti preferiti. Esistono però delle acconciature che non soltanto rappresentano la tendenza del momento ma nascondono anche un lato pratico di sicuro molto gradito…

ponytail trend 2014

Prima acconciatura di tendenza e veloce da realizzare è la “coda di cavallo”: che sia alta o bassa, morbida o tirata, poco importa, bastano un elastico e qualche minuto ed il gioco è fatto! Tra le più gettonate dalle star vi sono la “ponytail” molto alta e voluminosa e la “super sleek”, ovvero la versione bassa, legata appena sopra la nuca. Per il resto dei capelli le alternative sono diverse: è possibile realizzare un mini pompadour poco accentuato oppure optare per la riga centrale, vero must di quest’anno.

Continua la moda della treccia nelle sue varianti più disparate, da quella a spina di pesce alle più originali trecce alla squaw. Così come il trend dello chignon scomposto, da realizzare in pochissimi minuti lasciando qualche ciocca libera sul viso, come se si trattasse di un’acconciatura assolutamente naturale. Infine, per chi proprio non vuol perdere tempo ad acconciarsi ma non vuole nemmeno apparire trascurata e demodé, c’è il “wavy hair”: si tratta del finto effetto mosso che si realizza facendo asciugare i capelli all’aria, meglio dopo una giornata al mare, semplicemente modellandoli con le mani o con l’aiuto di una schiuma fissante per un effetto più definito. Anche perché, soprattutto in estate, con il riccio non si sbaglia mai...

manifestazione berlino

Cannabis parade a Berlino, Sì alla legalizzazione per oltre 7 mila giovani

Carmen Russo Enzo Paolo Turchi daranno un fratellino alla loro primogenita

Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi: “Vorremmo dare un fratellino a Maria”