in ,

Capelli estate 2015: ricci al mare, come disciplinarli senza appesantirli

Soltanto chi li ha potrà capire di cosa si parla. I capelli ricci, difficili da trattare ma incredibilmente seducenti. Per prepararsi all’estate e alle ore passate in spiaggia, ecco qualche consiglio di bellezza per curare i propri boccoli, senza rischiare di rovinarli e renderli crespi e appesantiti, a causa dei raggi UV e dell’acqua marina.

Prima di tutto, procuratevi un prodotto specifico per i capelli ricci a base di oli emollienti e di SPF elevato. Massaggiate il composto sui capelli, prima di andare in spiaggia. Solo così terrete lontani i raggi UV, evitando il pericolo di secchezza e di increspatura dei vostri ricci. Insomma, dovete trattare il vostro cuoio capelluto e la vostra folta chioma così come fate per la vostra pelle.

Ogni 3-4 ore riapplicate l’olio emolliente e nelle ore più bollenti della giornata (tra mezzogiorno e le prime ore del pomeriggio) indossate un cappello di paglia, trendly e di classe. Non solo riuscirete a non passare inosservate, ma i vostri ricci vi ringrazieranno. Ricordate che una mancata protezione del capello lo danneggerà drasticamente, assottigliandolo, rendendolo crespo e schiarendolo. Ultimo accorgimento: risciacquate, dopo ogni bagno, i vostri capelli con dell’acqua dolce. Non appena fatto rientro a casa, lavateli con uno shampoo a base oleosa, utilizzando un balsamo adatto al riccio, e asciugateli senza utilizzare l’aria calda del phon. Il risultato sarà eccezionale.

Photocredit: SvetlanaFedoseyeva / Shuttertock.com

Matteo Renzi riforma delle pensioni

Riforma pensioni 2015 ultime novità, Matteo Renzi assicura flessibilità in uscita e nessun taglio

assicurazione casalinghe come pagare, inail assicurazione casalinghe, inail assicurazione domestica

Incidenti domestici risarcimento, ecco come richiederlo