in

Capodanno 2015 al Castello di Cortanze: nel Monferrato, tra fantasmi e suggestioni medievali

State ancora pensando a dove andare a Capodanno? Se vi piacciono le ambientazioni d’altri tempi, non perdetevi l’appuntamento con il Capodanno al Castello di Cortanze, la fortezza dell’Astigiano fondata nel 975 d.C.

Il suggestivo maniero, voluto dalla massoneria templare, conserva ancora le caratteristiche di una maestosa dimora dell’epoca, provvista di saloni, antiche prigioni e dispense. Come ogni castello che si rispetti, il suo nome è legato a quello di una leggenda: si narra, infatti, che il fantasma della contessina Viola Maria Galante dei Roero di Cortanze, figlia del conte Ercole e protagonista di una storia di amore e morte, ancora aleggi tra le sale del maniero.

La serata comincia alle 19, quando gli ospiti saranno accolti in una suggestiva atmosfera medievale. Al Gran Aperitivo di benvenuto, seguirà l’entrata trionfale – con tanto di sottofondo musicale – delle singole portate del cenone: dal carpaccio di pesce spada al risottino con funghi porcini e gamberoni, dal guanciale di vitello brasato al Barolo al delicato dolce al cioccolato, il tutto innaffiato dalle migliori etichette vinicole locali.

Il cenone ha il costo di 100 euro, con sconti per gruppi a partire da 10 persone; chi lo desidera, approfitti di questa ghiotta occasione per usufruire di uno dei pacchetti vacanza all’interno della struttura o per prolungare il soggiorno nelle Langhe, prenotando una struttura alberghiera nelle vicinanze.

Scoprite su UrbanPost Viaggi altre infinite possibilità per trascorrere una Notte di San Silvestro indimenticabile: dal Capodanno medievale, tra cui il caratteristico cenone-evento a Monteriggioni, al Capodanno all’interno di un antico castello, fino ad arrivare al Capodanno con delitto.

 

Virna Lisi tumore: si è lasciata morire per amore

Mattia Destro della Roma

Calciomercato Roma news: Destro piace al Tottenham