in , ,

Capodanno ortodosso 2017: che cos’è, perché e dove si festeggia

Sapevate che in qualche parte del mondo…il Capodanno si festeggia due volte? Stiamo parlando di una parte del mondo ortodosso, dove è tuttora in vigore l’usanza di festeggiare il Natale il 7 gennaio e il Capodanno nella notte tra il 13 e il 14 gennaio, rifacendosi al vecchio calendario giuliano anziché a quello gregoriano: si tratta di una festività non ufficialmente riconosciuta, che pure permette ancora di riunirsi in famiglia e trascorrere una giornata di festa.

SCOPRI TUTTI GLI “URBAN MEMORIES” SU URBAN POST!

Dove affondano le origini di questo Capodanno? Alcune Chiese appartenenti alla Chiesa ortodossa usano come proprio calendario liturgico l’antico calendario giuliano, elaborato dall’astronomo greco Sosigene di Alessandria vissuto nel I secolo a.C. e successivamente promulgato da Giulio Cesare (da cui il nome) nell’anno 46 a.C. Quando i bolscevichi decisero di introdurre il calendario gregoriano, la Chiesa russa non apprezzò questa riforma, motivo per cui alcuni ortodossi rimangono tuttora fedeli a quella differenza di tredici giorni che sposta “in avanti” le festività.

Precisamente sono la Chiesa Serba, Macedone, Russa, Georgiana e di Gerusalemme ad osservare il calendario giuliano; quindi, se volete assistere a queste celebrazioni, dovete recarvi in Russia e in molti Paesi dell’Ex Unione Sovietica, o ancora in Serbia, Macedonia ed Israele. In genere presso le comunità ortodosse di questi paesi la sera della vigilia si fa festa con un cenone in famiglia, anche se i festeggiamenti sono molto più intimi e pacati rispetto a quelli del vero e proprio Capodanno.

Una curiosità? Anche il calendario berbero – calendario agrario usato tradizionalmente nelle regioni del Nord Africa – vuole che l’inizio dell’anno (il primo giorno di yennayer) corrisponda al 14 gennaio del calendario gregoriano, data che deriva dallo scarto di 13 giorni che si è prodotto tra calendario giuliano e date astronomiche nel corso dei secoli.

In apertura: Chiesa ortodossa a Šišatovac in Serbia – Image Credits Ant83/Wikimedia Commons

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

The Vampire Diaries 8×09 anticipazioni: il primo ballo di Elena e Damon, il piano di Sybil

ricette bimby, ricette dolci, ricette dolci bimby, frittelle di carnevale, come preparare le frittelle di carnevale, frittelle di carnevale ricetta bimby,

Ricette dolci Bimby: come preparare le frittelle di Carnevale