in

Carabinieri, foto shock: ragazzo bendato in caserma

In queste ore si fa un gran parlare di una foto che ha sconvolto il web. Si tratta della foto di un ragazzo bendato trattenuto dai carabinieri. Il ragazzo è accusato della morte del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega. Se le accuse venissero confermate, il comportamento dei carabinieri rimane intollerabile.

carabinieri foto shock repubblica

La foto shock

La foto in questione è stata scatta il 26 luglio 2019 in un ufficio del Reparto investigativo dei carabinieri di via In Selci, a Roma. Il ragazzo a capo chino, ammanettato dietro alla schiena, con un foulard stretto intorno agli occhi che gli impedisce la vista è il cittadino americano Gabriel Christian Natale Hjorth, 18 anni, accusato di concorso nell’omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega. La foto è stata pubblicata da Repubblica. Le accuse rivolte al ragazzo sono molto gravi, ma il modo in cui è stato trattato dai Carabinieri è inconcepibile. Mentre fuori Salvini lo denigrava, Gabriel Christian Natale Hjorth perdeva ogni diritto di habeas corpus. Privato della libertà e prima ancora di essere sentito da un magistrato, diventava un trofeo cui far pagare il conto per la morte di un collega.

carabiniere ucciso insegnante mario rega

leggi anche: Carabiniere ucciso, un’insegnante commenta: «Non ne sentiremo la mancanza»

Le scuse dei carabinieri

Il generale Roberto Riccardi, portavoce del Comando generale, ha affermato a riguardo: «La foto è due volte intollerabile. Intollerabile in sé e intollerabile che sia stata scattata e divulgata. Quello che è accaduto è inaccettabile. L’indagine interna per accertare responsabilità disciplinari e penali ha già individuato i responsabili. I militari in questione sostengono che il fermato fosse stato bendato per non riconoscere sui monitor dei pc le immagini di altri sospettati. In ogni caso, abbiamo già denunciato alla magistratura quanto accaduto e gli esiti dei nostri accertamenti». Carlo Bonini di Repubblica ci tiene a far notare che quello che dicono sembra un po’ contraddittorio poiché i monitor dei pc sono spenti.

 

Lady Diana incidente, i dettagli agghiaccianti di chi arrivò per primo sul posto

Elisabetta Canalis sirena abbronzata in Sardegna: salta sul catamarano e il seno galattico … vola! (FOTO)