in ,

Carceri italiane e condizioni disumane: sì al decreto sul risarcimento ai detenuti

Si parla ancora di carceri italiane: il 24 luglio 2014 la Camera ha approvato con una maggioranza di 305 sì il decreto a favore dei risarcimenti di quei detenuti che hanno subito condizioni disumane in carcere.

camera decreto detenuti luglio 2014

Il decreto, che ora dovrà essere vagliato dal Senato, completa il provvedimento che era già stato preso in esame le settimane scorse dal governo, dopo che il caso di Valentino Saba era finito sul tavolo della Corte Europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo e l’Unione Europea aveva preannunciato di infliggere all’Italia una maxi multa se il Belpaese non fosse riuscito a trovare in fretta una soluzione efficace al problema del sovraffollamento.

In concreto il provvedimento consiste in risarcimenti economici oppure in sconti di pena (un giorno “abbonato” ogni dieci trascorsi in celle sovraffollate). Tra le novità, anche l’estensione delle norme previste dal diritto minorile fino ai venticinque anni, e non fino ai ventuno come attualmente previsto dalla legge, e il divieto di custodia cautelare a chi è stata inflitta una pena entro i tre anni di carcere.

Non tutte le forze politiche hanno accolto con entusiasmo la misura approvata con forza dal Pd. Alla protesta della Lega si è aggiunta quella del Movimento a Cinque Stelle e di Fratelli d’Italia, entrambi uniti nell’additarlo come “l’ennesimo decreto svuotacarveri”.

(fonte: La Repubblica)

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

rosa primi sei nomi cast Tale e Quale Show

Tale e Quale Show anticipazioni: scelti i primi sei nomi del cast di famosi

genova concordia relitto

Curiosità Costa Concordia: a Genova sciacalli e business sul relitto