in

Carlo Delle Piane è morto a 83 anni: lavorò con Totò, Sordi e De Sica

È una triste giornata per il mondo del cinema, ci lascia Carlo Delle Piane. A darne la notizia la moglie, Anna Crispino. L’attore aveva festeggiato da poco i 70 anni di carriera, praticamente tutta una vita dedicata al mondo dello spettacolo. Nel corso della sua attività questi ha lavorato in pellicole importanti, fianco a fianco, con le leggende del nostro cinema, come Totò e Alberto Sordi.

carlo delle piane addio

Carlo Delle Piane: il debutto

Carlo Delle Piane è nato a Roma il 2 febbraio 1936. Figlio di Francesco Delle Piane, un sarto originario di Casoli di Atri, frazione di Atri, e di Olga Rossi, una casalinga romana. Carlo ha debuttato al cinema da giovanissimo, aveva solo 12 anni ed è nato tutto un po’ per caso, fu scelto da Vittorio De Sica e Duilio Coletti per interpretare Garoffi nel film “Cuore”. «Ero alle medie al Pio XI di Roma e lì arrivarono gli assistenti del regista Duilio Coletti che cercavano tra gli alunni i ragazzi per il film Cuore. Io, che ero sempre all’ultimo banco e non andavo troppo bene a scuola, non capivo chi fossero, pensavo che stessero per interrogarmi e quasi mi nascondevo. Ma fui scelto, anche se allora sembravo un extraterrestre piccolo e con le gambe sottili sottili. Da allora mi ritrovai a lavorare con grandi artisti, ma non davo loro importanza, per me il cinema era un modo per non andare a scuola e mettermi qualche soldo in tasca» , raccontò l’attore anni dopo.

carlo delle piane addio

Il successo

Una carriera nata per gioco, ma un talento vero. Tant’è che qualche anno più tardi recitò nel film “Domani è troppo tardi”, diretto dal regista francese Léonide Moguy. A quel punto era diventato un volto noto del nuovo cinema e nel 1951 Steno e Mario Monicelli gli affidarono una parte al fianco di Aldo Fabrizi e Totò in “Guardie e ladri”. Un successo inarrestabile, infatti, nel 1954 partecipò al film “Un americano a Roma” con Alberto Sordi, vestendo i panni dell’amico fidato, Romolo.

La vita di Carlo Delle Piane ebbe anche dei momenti molto tragici. Nel 1973 rimase in coma per un mese in seguito a un terribile incidente automobilistico. Riprese a lavorare anche grazie all’intuizione di Pupi Avati, che riuscì a esaltarne le doti drammatiche nel film “Tutti defunti… tranne i morti”. La collaborazione con il registra lo portò a lavorare per film importanti che hanno segnato la storia. Nel 2013 ha sposato l’amore della sua vita, Anna Crispino. Nel 2015 venne ricoverato d’urgenza al Gemelli di Roma per un malore di carattere neurologico dal quale si riprese completamente. Solo qualche mese fa aveva festeggiato a Pesaro i 70 anni di carriera. È un duro colpo per il mondo del cinema, un’altra leggenda se ne va.

leggi anche: Raoul Bova: età, altezza, peso, carriera e vita privata, tutto sull’attore

jovanotti plan de corones

Jovanotti, concerto a Plan de Corones: come arrivare e gli oggetti vietati

terremoto amatrice

Terremoto Amatrice, tre anni dopo: popolazione ancora senza casa